Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Torino: Draghi alla “firma del patto per la città” che vedrà l’assegnazione di 1,1 mld di euro

Torino: Draghi alla “firma del patto per la città” che vedrà l’assegnazione di 1,1 mld di euro
(PRIMAPRESS) - TORINO - Dopo la sua audizione al Copasir sulla questione Ucraina, il premier Mario Draghi è volato a Torino per la "firma del patto per la città". "La cerimonia di oggi è un’occasione per pensare insieme il futuro di Torino, perché risponda con inventiva e coraggio alle trasformazioni del nostro tempo, come ha saputo fare in passato. Penso all’integrazione delle centinaia di migliaia di persone arrivate in città, soprattutto dal Sud, tra gli anni ‘50 e gli anni ‘70". Ha esordito draghi dopo aver parlato dell'introduzione di nuove sanzioni alla Russia.
Ai progetti di rigenerazione urbana, in particolare degli anni ‘90, che hanno dato nuova energia a interi quartieri e portato al recupero di zone che erano industriali.
Alla metamorfosi della città in un polo turistico e culturale – con i Giochi olimpici invernali del 2006 e le fiere d’arte, di letteratura.
Come ha detto il Sindaco Lo Russo, Torino è stata spesso un laboratorio dove ricercare soluzioni innovative a cambiamenti epocali.
Questa è la storia di Torino - e vogliamo che continui ad esserlo. Il Patto che firmiamo oggi rappresenta un impegno che il Governo assume con la città, a cui destiniamo circa 1,1 miliardi di euro; e che il Comune prende di fronte ai cittadini, con l’obiettivo di risanare le proprie finanze e investire con attenzione, ambizione, lungimiranza. Voglio ringraziare il sottosegretario Garofoli, il sindaco Lo Russo e tutti coloro che hanno reso possibile questo accordo."  - (PRIMAPRESS)