Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 985

Vinitaly: la 54ª edizione della rassegna veronese parte oggi con il fuori salone

Vinitaly: la 54ª edizione della rassegna veronese parte oggi con il fuori salone
(PRIMAPRESS) - VERONA - La 54ª edizione del Vinitaly è pronta a prendere il via domenica 10 aprile per chiudere i battenti il 13 anche se da oggi è aperto il fuori salone con una serie di tasting e degustazioni verticali. La rassegna internazionale dedicata al vino ed ai distillati è uno degli osservatori privilegiati del settore è una finestra sulle novità delle filiere enologiche italiane.In questa edizione fa il suo debutto ai vertici del Consorzio del Lugana Doc, Fabio Zenato appena nominato presidente. Il Consorzio del Lugana sarà protagonista della kermesse veronese con lo stand presso il Pala Expo A9-A11, dove sarà proposta in degustazione una selezione di circa un centinaio di tipologie e brand di Lugana. Per raccontare il vino nelle sue molteplici sfumature il Consorzio proporrà inoltre un Masterclass dal titolo “Il Lugana in sei atti. Seminario alla scoperta di un vino, del suo vitigno e delle sue tipologie produttive” condotta dal wine expert Filippo Bartolotta martedì 12 aprile alle ore 16.30 negli spazi di Ascovilo.
Il Lugana nella sua versione più Classica, Riserva, Vendemmia Tardiva, annate giovani e vecchie…una degustazione a 360 gradi in cui le etichette saranno bendate e solo alla fine del percorso saranno svelate.
Tra le nuove annate 2021 sarà presente l’azienda Montonale con il  Lugana Montunal, "vino bandiera" dell'azienda bresciana, e del Chiaretto Rosa di Notte. Per l'enologo Roberto Girelli, titolare della cantina di Desenzano del Garda con i fratelli Claudio e Valentino, "la vendemmia 2021 è stata la migliore del nuovo Millennio, con maturazione tecnologica e fenologica dell'uva Turbiana mai così vicine: una garanzia per la longevità che da sempre ricerchiamo nei nostri vini". - (PRIMAPRESS)