Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

L'estate galiziana festeggia i 60 anni di storia della 'Festa do Polpo'

L'estate galiziana festeggia i 60 anni di storia della 'Festa do Polpo'
(PRIMAPRESS) - MILANO - Si avvicina ai 60 anni uno degli appuntamenti imperdibili dell'estate galiziana: la "Festa do Polpo di O Carballiño". L'8 agosto, nella provincia d'Ourense, questa festa assume oggi un valore particolare perchè è stata dichiarata Festa di Interesse Turistico Internazionale dopo la firma di Fernando Valdés, segretario di Stato del Turismo. «Nei suoi 60 anni di storia – ha dichiarato Valdés – questa festa è una data imprescindibile nel calendario estivo della Galizia. Nonostante sia una sagra contemporanea, contiene tutti gli ingredienti per far provare ai visitatori le origini della tradizione della pesca e del consumo del polipo nella zona di O Carballiño, nonché del folclore e della gastronomia di tutta la Galizia con un’impronta naturale unica». Gli archivi storici della biblioteca municipale di Marín (Pontevedra) conservano documenti del XVII secolo che dimostrano che allora si usava il “pulpo” come metodo di pagamento, specie tra i frati del monastero cistercense di Oseira, fondato nel XII secolo nella provincia di O Carballiño. La “Festa do Pulpo” si celebra ogni seconda domenica di agosto, nel momento di massimo afflusso turistico a O Carballiño e in tutta la Galizia. Si svolge nel parco municipale, in mezzo a 32 ettari di bosco e, oltre al polpo, permette di gustare altri prodotti tipici della gastronomia locale, come la empanada gallega, il pan de Cea o i vini del Ribeiro in un melpot di lingue che si mescolano. - (PRIMAPRESS)