Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Tuffo nel Medioevo con l'Offerta dei Censi ad Abbadia San Salvatore ai piedi del Monte Amiata

Tuffo nel Medioevo con l'Offerta dei Censi ad Abbadia San Salvatore ai piedi del Monte Amiata
(PRIMAPRESS) - SIENA - Abbadia San Salvatore, comune di poco più di 6 mila abitanti ai piedi del Monte Amiata (SI) entra nella macchina del tempo per ritornare al Medioevo. Dal 7 al 9 luglio, la cittadina senese, sull’antico percorso della via Francigena, si trasforma come in un set di film di cappa e spada dove dame, cavalieri, bottegai, giocolieri, menestrelli e mendicanti, fanno rivivere nelle mura dell’antico Castrum, uno spaccato della vita del tempo. E’ il tempo dell’Offerta dei Censi, una pratica descritta nei documenti del XIII secolo dove la comunità del borgo offriva prodotti in natura ai frati del Monastero benedettino.
La rievocazione prenderà il via venerdì 7 luglio, quando dopo il tramonto del sole, i figuranti sfileranno dal cuore del paese fino al monastero per richiedere la concessione da parte dell'abate dello svolgimento del mercato sabbatico. Davanti all'imponente Abbazia di San Salvatore sarà benedetto il fuoco, elemento che da sempre segna la storia di questa comunità, nata sulle pendici di un antico vulcano capace di determinarne carattere e stili di vita. Mentre nei caratteristici vicoli resteranno aperte le taverne dove si potrà cenare a base di prelibatezze locali, ovunque si alterneranno spettacoli di danzatrici e combattimenti tra cavalieri.
Sabato 8 luglio i visitatori potranno immergersi nella vita medioevale sperimentando arti e mestieri come quelle del cartaio o del cardatore di lane,  oppure assistendo a spettacoli di tiro con l'arco e combattimenti. Giocolieri e danzatori animeranno il borgo antico dove troverà spazio un curioso mercatino. Qui le taverne saranno aperte fino a tarda notte per offrire ristoro ai visitatori con piatti tradizionali.
La festa raggiungerà il suo momento cruciale domenica 9 luglio quando un ricco un corteo di fabbri, falegnami, tessitrici, lanaioli, abitanti del villaggio, guidato dal podestà, dai priori, dal camerlengo e dai membri dei terzieri si snoderà per le vie del centro storico, lungo il tracciato della Francigena, fino a raggiungere l’Abbazia. Nel pomeriggio si svolgerà l’attesa “Gara delle portantine” che concluderà i Giochi dei Terzieri quindi il corteo storico muoverà i suoi passi verso l’Abbazia per l’Offerta dei Censi. - (PRIMAPRESS)