Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Viaggiare in Giappone: ingressi aperti anche all’Italia ma con pacchetti turistici e un test Pcr

Viaggiare in Giappone: ingressi aperti anche all’Italia ma con pacchetti turistici e un test Pcr
(PRIMAPRESS) - GIAPPONE - Dal 10 giugno il Giappone riapre gli ingressi turistici a 36 paesi tra cui l'Italia. All'inizio potranno entrare nel Paese solo in gruppi con pacchetti turistici e il visto con l’invito di una dmc locale. «Riprenderemo ad accettare turisti in arrivo con tour organizzati dal 10 del prossimo mese – ha detto il primo ministro giapponese Fumio Kishida – Passo dopo passo mireremo ad accogliere i turisti come facevamo in tempi normali, tenendo conto dello stato dei contagi». In questa prima fase non sarà quindi consentito il turismo individuale. Un provvedimento particolarmente atteso dal turismo internazionale, dopo uno stop di oltre due anni dettato dal Covid-19, e che era in discussione al governo nipponico da diverse settimane. L'apertura fa seguito al test – della scorsa settimana – che ammetteva tour di piccoli gruppi di viaggiatori provenienti da Australia, Singapore, Stati Uniti e Thailandia. I turisti in ingresso, tuttavia, dovranno esibire il risultato di un test Pcr effettuato prima della partenza e il certificato di avvenuta vaccinazione con le tre dosi. All’arrivo non sarà più necessaria la quarantena. In vista di questa riapertura, il Giappone aumenterà il tetto giornaliero degli arrivi a 20.000, rispetto agli attuali 10.000 (finora si è trattato di cittadini giapponesi, business traveller e studenti stranieri). - (PRIMAPRESS)