Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Clima e infrastrutture: l’allarme del MIMS e del Ministro Giovannini. Geologi: “Non c’è traccia nel PNRR”

  • di RED-ROM
  • in Italia
Clima e infrastrutture: l’allarme del MIMS e del Ministro Giovannini. Geologi: “Non c’è traccia nel PNRR”
(PRIMAPRESS) - ROMA - I danni alle infrastrutture dovuti ai cambiamenti climatici sono stimati in 2 mld l'anno fino al 2030, poi salgono a 5. Lo studio "Cambiamenti climatici, infrastrutture e mobilità", presentato da una commissione di esperti del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile (MIMS)  è un allarme che riguarda infrastrutture, invasi di bacini, ponti di attraversamento, gallerie, arterie stradali di lunga percorrenza e muri di contenimento di costoni in zone costiere. "Uno sviluppo sostenibile non è più rinviabile, così come un forte investimento per rendere resilienti al cambiamento climatico le infrastrutture e i sistemi di mobilità", dice il ministro Giovannini, che suggerisce in una intervista ai media di modificare il Patto di Stabilità. In realtà l'allarme lanciato dal MIMS, secondo geologi e associazioni di categoria delle professioni ingegneristiche suona come una sorpresa perchè doveva essere una delle priorità del PIano di riesilienza (PNRR). Un ritardo inspiegabile di programmazione. - (PRIMAPRESS)