Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Mobilità leggera: il futuro da city-bike di Arona con gli incentivi per le due ruote elettriche

  • di RED-ROM
  • in Ambiente
Mobilità leggera: il futuro da city-bike di Arona con gli incentivi per le due ruote elettriche
(PRIMAPRESS) - ARONA (NOVARA) - Arona, la città in provincia di Novara sul Lago Maggiore, si candida a diventare una total bike-city. Con un provvedimento del Comune ed un suo bando che sarà pubblicato la prossima settimana, sarà introdotto un incentivo di 500 euro per l’acquisto di una e-bike. “Non è solo un Incentivo per le biciclette elettriche ma un progetto di cambiamento nel modo di vivere la città e una visione diversa del futuro dei nostri figli - dichiara il vicesindaco e parlamentare della Lega Alberto Gusmeroli- Abbiamo realizzato una grande e lunga pista ciclabile in centro e con i fondi del PNRR ne abbiamo progettata un’ altra dai Lagoni al lago, passando per Mercurago e la zona di Montenero. Sarà difficile farne altre senza creare  sensi unici e senza togliere parcheggi”. Ma in che direzione va il progetto? “Cerchiamo di aumentare il numero di residenti che hanno la bici elettrica e che di conseguenza abbandoneranno lentamente  l’uso dell’auto. Con queso progetto - continua Gusmeroli - l’obiettivo è di potenziare le zone a obbligo 30 Km l’ora, introdurre un numero adeguato di rastrelliere bike-park e attivare le stazioni di ricarica. Inizialmente conviveranno bici elettriche e auto ma L’obiettivo finale sarà di realizzare sempre più piste ciclabili con i residenti che dotati di bici elettriche non utilizzeranno più l’auto e si potrà nelle zone non centrali ridurre stalli a favore delle piste ciclabili.  Il bando del Comune che sarà pubblicato la prossima settimana, conterrà le modalità di accesso all’incentivo per acquistare una bici elettrica in qualsiasi negozio d’Italia per ottenere il rimborso pari al 50% del prezzo pagato con un massimo di 500 euro, per le bici cargo il 50% con un massimo di 800 euro. Nel regolamento abbiamo inserito la possibilità di ridurre l’incentivo in caso di ISEE alto”. A questa iniziativa la Giunta Comunale ha destinato 30.000,00 euro l’anno per almeno tre anni, soldi vincolati per legge a queste iniziative. Se le richieste saranno tante -conclude il vicesindaco -  siamo pronti a far salire la cifra. L’ideale sarebbe che ogni famiglia Aronese avesse la bici elettrica sostituendo l’uso dell’auto”. - (PRIMAPRESS)