Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La Manovra economica del Governo Meloni tra prudenza e coraggio

La Manovra economica del Governo Meloni tra prudenza e coraggio
(PRIMAPRESS) - ROMA - Una manovra prudente ma che fa scelte politiche con una visione di medio termine. E' questa la sintesi offerta dalla premier Giorgia Meloni all'indomani del lungo Consiglio dei Ministri di ieri notte. "Sono molto soddisfatta. Questa Legge di Bilancio fa delle scelte politiche. Quando mancano le risorse, non stai a preoccuparti del consenso". Questo spiega la contradizione di termini tra prudente e coragiosa nella conferenza stampa di Meloni. "Una manovra coraggiosa, coerente e che scommette sul futuro". "Priorità è crescita e giustizia sociale". Su 35 mld 21 sono destinati al caro energia, spiega ancora Meloni. Bollette calmierate con Isee fino a 15.000 euro.Taglio cuneo fiscale al 3% per redditi sotto 20 mila euro.
Meloni: misure per famiglie,riforma Rdc "I provvedimenti per la famiglia e natalità valgono 1 mld e mezzo di euro", "Iva al 5% sui prodotti per l'infanzia" e assorbenti femminili. Così la premier Meloni presentando la Manovra. Saranno "rivalutate le pensioni minime del 120%", in particolare le più basse. "Non c'è alcun condono fiscale. Solo misure di buon senso. L'importo dovuto si paga, ma potendo rateizzare". Annullate solo cartelle sotto mille euro. Tetto al contante a 5.000 euro. Reddito di cittadinanza: "Si abolirà a fine 2023 e non si potrà percepire per oltre 8 mesi". - (PRIMAPRESS)