Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Sovranità europea: strappo nella maggioranza per le parole di Mattarella. L’attacco della Lega

Sovranità europea: strappo nella maggioranza per le parole di Mattarella. L’attacco della Lega
(PRIMAPRESS) - ROMA - Doveva essere una festa della Repubblica e della democrazia e, invece, a pochi giorni dalle elezioni europee, rischia di far saltare gli equilibri della maggioranza di governo. Ad accendere la scintilla è stata una frase del Presidente Sergio Mattarella che nel corso della cerimonia del 2 giugno aveva parlato di "sovranità europea". Una frase che decontestualizzata ha assunto i toni di una provocazione per il senatore della Lega, Claudio Borghi fino a chiedere le dimissioni del Capo dello Stato. Immediata la replica dall'opposizione: "Gravissimo, vorrei che la presidente del Consiglio prendesse le distanze da quell'attacco", incalza la segretaria Pd,Schlein."Grave e indegno chiedere le dimissioni di Mattarella",dice Conte, leader M5s."Siamo italiani ed europei,questa è la nostra identità. Piena solidarietà a Mattarella",è arrivata dal ministro degli Esteri Tajani. Non è escluso che oggi si affronterà la questione con altri toni ma resta lo strappo istituzionale di una politica sempre di più sull'orlo di una crisi di nervi in un momento di grandi difficoltà anche per lo scenario europeo. In Germania c'è tensione per gli attacchi contro politici e attivisti, in vista delle elezioni europee. Il deputato Cdu, Roderich Kiesewetter, è stato preso a calci e pugni durante un evento elettorale ad Aalen, a est di Stoccarda. Il sospetto aggressore è un candidato al consiglio comunale vicino al movimento di estrema destra Querdenker.La settimana scorsa è stata presa a pugni la deputata Verde,Kollenrott a Gottinga e un politico di estrema destra è stato aggredito in un market. - (PRIMAPRESS)