Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Semestrale 2022 Gruppo Campari a +25,6%. Kunze (ceo): "Portafoglio ad alta marginalità degli aperitivi sui mercati europei"

  • di RED-ROM
  • in Economia
Semestrale 2022 Gruppo Campari a +25,6%. Kunze (ceo): "Portafoglio ad alta marginalità degli aperitivi sui mercati europei"
(PRIMAPRESS) - MILANO - Approvata oggi dal CdA del Gruppo Davide Campari-Milano la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2022. Registrata una crescita a doppia cifra al +25,6% con vendite nette pari a 1.256,9 milioni. Ecco come sintetizza la performance il ceo Bob Kunze-Concewitz:  ‘Nel complesso abbiamo registrato una performance molto positiva nel primo semestre, in particolare il portafoglio ad alta marginalità degli aperitivi nei mercati Europei, grazie a una dinamica molto positiva dei brand, e alla forte ripresa del canale on-premise. La performance positiva è stata amplificata anche dalle condizioni climatiche molto favorevoli e dagli aumenti di prezzo. Riguardo alle prospettive per il resto del 2022, nonostante la volatilità e l’incertezza permangano a causa della pandemia e delle tensioni geopolitiche in corso, rimaniamo fiduciosi rispetto alle dinamiche positive del business per i nostri principali brand e mercati. Mentre ci aspettiamo che l’andamento degli ordini di vendita rifletta temporanei vincoli a livello di supply chain, ci aspettiamo di mitigare parzialmente il mix di vendite meno favorevole e l’atteso intensificarsi delle pressioni inflazionistiche sui costi dei materiali, accentuate dai costi della logistica, attraverso adeguati aumenti di prezzo pianificati ed efficienze operative. Confermiamo la nostra guidance di margine EBIT-rettificato stabile sulle vendite nette a livello organico nel 2022 su base annuale. Riguardo all’effetto cambio, ci aspettiamo che il contributo positivo guidato dal dollaro statunitense continui. Riguardo al medio periodo, nonostante permangano le sfide attuali, ci aspettiamo di continuare a beneficiare dei trend positivi nelle preferenze di consumo che favoriscono il nostro portafoglio grazie all’esposizione a categorie di spirits sovraperformanti e al pricing power e alla forza dei brand. ’.   - (PRIMAPRESS)