Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Trapianto di capelli: quali sono le tecniche più efficaci?

Trapianto di capelli: quali sono le tecniche più efficaci?
(PRIMAPRESS) - MILANO - Negli ultimi tempi, sempre più persone parlano di trapianto di capelli. In effetti, la tecnologia ha fatto passi da gigante in questo campo e ormai chiunque può sottoporsi a questo intervento estetico. Non tutti sanno però che ci sono diverse tecniche di trapianto di capelli. Quali sono le più efficaci e comuni, quelle utilizzate dagli specialisti del settore? Ecco tutto quello che occorre sapere al riguardo.
Trapianto di capelli: le tecniche più comuni
La tecnica più comune e l'unica utilizzata fino a qualche anno fa è quella detta FUT. Il nome completo di questa tecnica è Follicular Unit Transplantation. Comprendere come funziona questo trapianto è molto semplice. In pratica, gli specialisti che praticano questo intervento rimuovono una losanga di cuoio capelluto da una zona donatrice ampia del paziente, la sezionano e riescono a identificare i follicoli. In seguito, questi ultimi vengono impiantati nelle zone diradate del capo. Così facendo, i capelli crescono in modo naturale anche in quelle zone dove ormai non sono più da tempo.Un'altra tecnica che sta prendendo piede nell'ultimo periodo è quella detta FUE. Questa sigla sta per Follicular Unit Extraction. Con questa tecnica, gli specialisti si servono di particolari bisturi cilindrici ed esportano dalla zona donatrice capelli e follicoli, impiantando successivamente nella zona ricevente. Tuttavia, ogni operazione viene svolta bulbo per bulbo, con precisione assoluta. Inoltre, grazie a questa tecnica, è possibile anche espiantare i follicoli da altre zone del corpo, come il torace e impiantarli in testa. Queste sono le tecniche più famose utilizzate dai migliori centri specializzati.
Il trapianto di capelli fa male?
Indipendentemente dalle tecniche utilizzate, molti hanno paura di fare il trapianto capelli perché pensano che sia doloroso. Tuttavia, questo è un mito che deve essere sfatato. Infatti, come suggeriscono anche gli esperti di Hasci Italia, il trapianto capelli è indolore. Quando viene effettuata questa operazione, il paziente non avverte dolore o complicazioni. Inoltre, bisogna ricordare che il paziente viene sottoposto ad anestesia locale, dunque non sente nulla quando viene praticata l'operazione.Ricordare questo particolare è di fondamentale importanza per vincere un'eventuale paura del trapianto di capelli e procedere con questa operazione per acquisire una capigliatura degna di nota.
Quanto tempo dopo crescono i capelli?
Dopo aver effettuato un trapianto di capelli, i primi risultati si possono notare dopo un tempo particolarmente breve. Infatti, un paziente può vedere i primi miglioramenti a partire dalla terza settimana dopo l'intervento.Naturalmente, è importante non aspettarsi crescite miracolose ma avere pazienza. La crescita dei capelli deve avvenire in modo naturale, così che il cuoio capelluto sia sano e forte, proprio come quello del passato. - (PRIMAPRESS)