Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Andalusia: nel deserto di Tabernas per rivivere le atmosfere dei film di Sergio Leone a due passi da Cabo de Gata

(PRIMAPRESS) - ROMA - Dalla programmazione TV dei network televisivi italiani alle collezioni di film cult anni ’70 e ‘80, il lockdown a cui ci ha costretto il coronavirus ci ha fatto rispolverare pellicole iconiche di film western e d’azione. Le lunghe cavalcate di Clint Eastwood o James Coburn negli indimenticabili spaghetti-western di Sergio Leone chi hanno fatto viaggiare con la mente nelle Mountain Valley americane. E se vi dicessi che non era l’America? Quegli scenari aridi tra gole e montagne erano a poche ore d’aereo dall’Italia: lì nel deserto di Tabernas in Andalusia dove hanno preso forma “C’era una volta il West”, “Per un pugno di dollari” e il “Buono, il brutto e il cattivo”. Lo sfondo ideale anche per le scenografie di Django, Cleopatra, Conan il Barbaro e Indiana Jones. Lo scenario giusto da badlands per alimentare il senso di avventura in terre inospitali. Ma questa è la costruzione cinematografica perché quello spicchio di deserto è solo l’ingresso che porta allo splendido Parco naturale di Cabo de Gata. 
Questa destinazione si è trasformata da tempo in un’attrazione per gli appassionati del genere cinematografico d’avventura. Il Mini Hollywood Oasys Park  è un parco tematico dove ci si sente un po’ cowboy ma senza rinunciare a godere di piscine per sottrarsi alle temperature desertiche o immergersi nella varietà di animali del parco zoologico. Anche se il pezzo forte della giornata è la programmazione riservata al revival di scene western dove i visitatori si sentiranno proiettati nel passato trovandosi persino coinvolti in una rapina con pistole fumanti sui set dei parchi tematici di Fort Bravo e Western Leone. 
Dormire nel deserto non è possibile ma lungo la costa che da Almeria va fino al Capo de Gata, gli alberghi sono tanti. Ma per trovare angoli di spiagge completamente solitari e acque dai colori verde smeraldo, occorre percorrere qualche sentiero sterrato ma il trekking nella vegetazione bassa del parco vale la pena.  - (PRIMAPRESS)