Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Un convoglio ogni 12 secondi nell'estate di Trenitalia

Un convoglio ogni 12 secondi nell'estate di Trenitalia
(PRIMAPRESS) - Un treno ogni 12 secondi. Con questo slogan il presidente di Trenitalia, Tiziano Onesti, ha introdotto la presentazione del nuovo orario estivo del vettore ferroviario che si svolta a Milano Centrale, in una cerimonia che ha celebrato anche il decennale dell’alta
velocità, sui cui convogli hanno viaggiato 300 milioni di passeggeri con un tasso di crescita del 6% nell’ultimo anno. Citando il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il quale in un messaggio ha rappresentato il treno come strumento che sottrae all’emarginazione territori e popolazioni, Onesti ha riportato il pensiero rivolto dal Capo dello Stato che assegna alle ferrovie un ruolo strategico nell’unità e nella modernizzazione del Paese e nella connessione con l’Europa.
Orazio Iacopo, amministratore delegato e direttore generale Trenitalia, ha declinato l’offerta per l’estate 2019 annunciando 316 fermate complessive nelle stazioni porta delle Frecce che nel frattempo hanno registrato una crescita del 16% in termini di puntualità. Un occhio particolare alla connettività a bordo dei convogli, grazie a una nuova tipologia di Wi-Fi che sarà disponibile per il 40% della flotta Frecciarossa 1000 e su tutti i convogli di questo tipo entro il 2019, e alla intermodalità con bus transfer con stazioni e aeroporti, tra cui 13 freccialink e collegamenti con 9 principali porti italiani.
Annunciato anche il potenziamento della flotta Frecciarossa 1000 con aggiunta di 14 nuovi convogli. L’offerta estiva riguarda 22mila posti al giorno sulle tratte da nord verso la costa adriatica, 3.800 verso la costa sud tirrenica e 1.000 posti nel weekend per arrivare fino a Pisciotta-Palinuro nel Cilento, 7.500 i posti giornalieri verso il nord della costa tirrenica. Trentadue gli euyrocity verso Svizzera e Germania da Milano e Venezia.
Dove non arrivano le Frecce, ci sono gli intercity anche notturni. In totale 437 treni giornalieri di cui 289 Frecce, equivalenti a un’offerta di 200mila posti. Infine, annunciato per settembre 2019 l’attivazione del nuovo portale dedicato alle Frecce. - (PRIMAPRESS)