Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Rovigo si presenta alla Bit di Milano in vista delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante

Rovigo si presenta alla Bit di Milano in vista delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante
(PRIMAPRESS) - MILANO - Alla Borsa del Turismo di Milano, Rovigo, tra le mostre d’arte dei Palazzi Roverella e Roncale che si svolgeranno a partire da fine febbraio, anticipa però il leit motive del 2021 anno in cui ricorreranno i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Rovigo aprirà la stagione primaverile con un tributo al sommo poeta a Palazzo Roncale con il progetto “La Quercia di Dante”, ideato e gestito da Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Comune di Rovigo, Accademia dei Concordi, Parco Regionale del Delta del Po Veneto (Riserva MAB Unesco), Comune di Ariano nel Polesine. Un percorso che inizierà il 28 febbraio per terminare il 28 giugno, di precisa matrice territoriale che parte da un corposo frammento del monumentale esemplare di Quercus robur che dominava fino al 2013 l’argine del Po di Goro, nei pressi di San Basilio, su cui Dante nel 1321 si arrampicò per orientarsi nell’intrico di acque e boschi che all’epoca ricopriva l’area del Delta del Po, ritrovando così la strada verso Ravenna.
Palazzo Roncale celebra il Poeta con diverse iniziative, a partire dalla mostra Visioni dell’Inferno a cura di Alessia Vedova, Mauro Carrera, Barbara Codogno, Virginia Baradel), in cui ognuno dei 33 canti sarà accompagnato dalle illustrazioni realizzate da 3 grandi artisti: Gustave Dorè, Robert Rauschenberg e Brigitte Brand. Altri corner presentano antiche edizioni della Divina Commedia, facenti parte del patrimonio librario dell’Accademia dei Concordi e del Seminario Vescovile di Rovigo, oltre a originalissime interpretazioni dell’Inferno dantesco come ad esempio L'Inferno di Topolino, popolare parodia a fumetti della Divina Commedia prodotta dalla Disney. Inoltre, ma anche interessanti conferenze e incontri a tema che faranno da corollario all’intero progetto. - (PRIMAPRESS)