Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

L'altra faccia del Perù tra Giochi Panamaricani e centri di ricerca per il food ante litteram

L'arena verde di Moray
L'arena verde di Moray
(PRIMAPRESS) - ROMA - Il Perù non è solo Machu Picchu. Anche se resta la destinazione più desiderata dai viaggiatori per lo spettacolo che si presenta per chi raggiunge il sito archeologico più alto del mondo e patrimonio dell’Unesco, c’è un Perù che incanta per la sua diversità man mano che lo si percorre da nord a sud. “Per coglierne le sfumature - spiega Amora Carbajal Schumacher, la Direttrice Generale dell’Ufficio Commerciale del Perù di Milano nella sua presentazione delle destinazioni 2019 al Baglioni Hotel Regina di Roma - bisogna fare più di un viaggio perché questo paese, grande come Spagna e Francia messe insieme, è la culla di tante civiltà che hanno lasciato tracce del loro passaggio”.
E’ cosi che si scopre che come Machu Picchu esistono in Perù altri luoghi che rivelano intrecci nella storia delle popolazioni: Moray, situato nella Valle Sacra, in una sorta di anfiteatro immerso nel verde era un centro di ricerca ante litteram. Qui le scoperte hanno rivelato che gli Inca facevano esperimenti per la produzione e la lavorazione delle patate, che dovevano essere liofilizzate per preservarsi a lungo e per diventare più facilmente trasportabili in tutto il territorio dell’impero.
Un luogo totalmente diverso è invece quello delle spettacolari saline di Maras, incuneate fra le pendici di una valle e attive sin dai tempi degli inca. Le vasche di decantazione dell’acqua, disposte su terrazzamenti irregolari, compongono un mosaico ardito dalle cento sfumature ocra, rosa, giallo, arancio, viola.
Ancora oggi alcune famiglie vivono del faticosissimo lavoro di estrazione e lavorazione del sale, che si fa con lo stesso antico procedimento già in uso in epoca incaica: i pesanti sacchi vengono caricati a spalle da uomini e donne e portati al magazzino, camminando con agilità sui sottili bordi delle vasche. Agli occhi del visitatore, questo lavoro sembra quasi una danza rituale, veloce e leggera, proveniente da un passato remoto, ma ancora vivo.
Un viaggio in Perù è anche l’occasione per immergersi nello spirito competitivo dei Giochi Panamericani che si svolgeranno a Lima dal 26 Luglio all’11 Agosto. Questa competizione è la terza manifestazione sportiva multi-disciplinare in termini di nazioni partecipanti dopo i Giochi olimpici e i Giochi asiatici: organizzati ogni quattro anni, nell'anno precedente quello delle Olimpiadi, vedono in competizione atleti dei paesi del continente americano. Fra gli sport rappresentati ve ne sono alcuni tipicamente latino-americani, come ad esempio la palla basca. - (PRIMAPRESS)