Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Il Cammino di Oropa, un trekking lento nelle Alpi Biellesi seguendo la nuova segnaletica

Il Cammino di Oropa, un trekking lento nelle Alpi Biellesi seguendo la nuova segnaletica
(PRIMAPRESS) - BIELLA - Una nuova e visibile segnaletica in giallo e nero, è il pretesto per cimentarsi nel suggestivo Cammino di Oropa nelle Alpi Biellesi. E’ un itinerario che consente di scoprire le bellezze paesaggistiche e storiche che vanno dalla pianura agricola verso la Serra Morena dove è incastonato il Santuario mariano dedicato alla Madonna Nera. Il Cammino di Oropa è stato ideato nel 2012 da Alberto Conte, fondatore dell'Associazione Movimento Lento e della Casa del Movimento Lento, che tuttora lo sostiene e lo promuove in prima persona, collaborando con associazioni locali, in primo luogo l'Associazione degli Amici della Via Francigena di Santhià, e con il Santuario di Oropa.  E' un percorso piuttosto facile, suddiviso in quattro brevi tappe (da 16 a 18 km) di difficoltà crescente, è una soluzione ideale per chi non ha mai affrontato un itinerario a tappe e vuole mettersi alla prova, e può essere visto come un “cammino di allenamento”, per prepararsi ad affrontare i grandi cammini europei come la Via Francigena o il Cammino di Santiago. E' comunque molto piacevole e divertente anche per chi ha già esperienza di cammino e vuole conoscere un nuovo sorprendente itinerario.  Il Cammino di Oropa ha una Credenziale (il passaporto del pellegrino da compilare con i timbri dei posti tappa) e un Testimonium (Attestato che certifica l'avvenuta percorrenza), che possono essere richiesti all'Associazione degli Amici della Via Francigena di Santhià o alla Casa del Movimento Lento di Roppolo.  Tutte le tappe sono servite da strutture di accoglienza a basso costo, che praticano prezzi speciali per i pellegrini. Questo fa del Cammino di Oropa un viaggio piacevole ed economico. Un altro vantaggio del Cammino di Oropa è l'accessibilità con i mezzi pubblici: si può arrivare a Santhià in treno o in auto (linea ferroviaria o autostrada Milano-Torino), e una volta arrivati a Oropa si ritorna a Biella con l'autobus urbano e da qui si prende il treno par arrivare a Santhià in meno di mezz'ora.  
L'itinerario è completamente segnalato con segnavia gialli e neri e la scritta "Cammino d'Oropa". La scelta dei colori dei segnavia è dovuta alla particolare attenzione che abbiamo dedicato alle persone ipovedenti e non vedenti nella tracciatura del percorso. Abbiamo infatti evitato il più possibile i sentieri stretti o esposti, o i terreni molto sconnessi e con gradini, per fare del Cammino di Oropa un cammino il più possibile "blind friendly".  Se possedete un GPS potete scaricare le tracce dal nostro sito oppure scaricare gratuitamente l'App Piemonte Ways, disponibile per iOS e Android: troverete il Cammino di Oropa negli Itinerari a tappe e potrete orientarvi con il GPS del vostro smartphone. - (PRIMAPRESS)