Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Valtellina Wine Trail 2022: di corsa tra i filari del Nebbiolo nelle valli delle Alpi Retiche

Claudio Alongi, enologo Cantina Negri
Claudio Alongi, enologo Cantina Negri
(PRIMAPRESS) - SONDRIO - Clima mite e spazzi di sole hanno consentito all'edizione 2022 della Valtellina Wine Trail, disputatasi oggi 12 novembre, di coinvolgere gli oltre 3000 atleti impegnati nelle tre gare sulle distanze di 42, 21 e 12 chilometri attraversando 11 comuni dal Sondriese al Tiranese. La formula vincente è un tracciato tra i vigneti del Valtellina Docg e delle cantine abbarbicante sui declivi delle prealpi. Una grande classica di fine stagione, una gara che unisce sport ed enogastronomia (con main partner come il brand di calzature sportive Scarpa e la bresaola Rigamonti) con tracciati alternati tra vigneti e antichi borghi della media Valtellina. Il percorso attraversa siti culturali come la Basilica della Madonna di Tirano, la Torre de li Beli Miri e il Palazzo Besta a Teglio, la Santa Casa a Tresivio e il Castel Grumello a Montagna in Valtellina. Se gli atleti erano impegnati nella competizione, pubblico e sostenitori dei runner hanno potuto vivere un'esperienza in cantina senza perdere il contatto con la gara. Uno dei passaggi più esclusivi tra le colline di Chiuro, lo Swarovski Optik Point, attrezzato con i binocoli della maison austriaca di binocoli e cannocchiali per godersi i dettagli della gara in un terrazzamento della "Ca' Guicciardi la "casa" della Cantina Nino Negri produttore dell'apprezzato Nebbiolo "Inferno" con l'ospitalità dell'enologo Claudio Alongi e il direttore della cantina Danilo Drocco per un'esperienza di degustazione del Chiavennasca come qui chiamano questo classico vitigno della Valtellina.  - (PRIMAPRESS)