Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Valpolicella: cambio di guardia al vertice de Le Famiglie Storiche dell’Amarone. Pierangelo Tommasi è il nuovo presidente

Valpolicella: cambio di guardia al vertice de Le Famiglie Storiche dell’Amarone. Pierangelo Tommasi è il nuovo presidente
(PRIMAPRESS) - VERONA – Pierangelo Tommasi è il nuovo Presidente de Le Famiglie Storiche, cioè  i vignaioli dell'Amarone della Valpolicella nel terroir del veronese. protagonisti del successo di questo vitigno. Dopo tre anni alla guida del gruppo, Alberto Zenato passa a Pierangelo Tommasi, dell’omonima azienda, il testimone di guida dell'Associazione nata nel 2009 e che oggi riunisce tredici storici produttori di Amarone (Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant'Antonio, Tommasi, Torre d'Orti, Venturini e Zenato). Tommasi avrà come vicepresidenti Giuseppe Rizzardi dell’azienda Guerrieri Rizzardi e Luca Speri dell’azienda Speri, con Alberto Zenato e Marilisa Allegrini nel CdA.  “La scelta di Pierangelo Tommasi rappresenta un naturale avvicendamento all’interno dell’associazione che prevede l’alternarsi delle Famiglie nelle cariche di presidenza e vice-presidenza: anche questo è l’espressione di un gruppo unito e coeso, ognuno con il proprio stile ma accomunati dalla stessa filosofia produttiva”afferma il presidente uscente, Alberto Zenato che era a sua volta succeduto ai past-president Sandro Boscaini, Marilisa Allegrini e Sabrina Tedeschi.
Contestualmente all’elezione del Presidente de Le Famiglie si è svolta quella per la guida, anche qui triennale, deL’Antica Bottega del Vino, che dal 2010 è proprietà de Le Famiglie Storiche. Un locale che vanta le sue radici nel lontano Cinquecento, e che ancora oggi, grazie alla sua storia, alla proposta gastronomica veneta e alla straordinaria carta dei vini, resta un punto di riferimento per la città di Verona, per l’Italia oltre a essere riconosciuta a livello internazionale.
Alla Presidenza è stata chiamata Maria Sabrina Tedeschi che succede a Tiziano Castagnedi, che l’ha guidata nei tre anni precedenti. Insieme a lei, Francesco Allegrini vicepresidente, Giacomo Boscaini e Antonio Cesari consiglieri. - (PRIMAPRESS)