Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Milano: Lynk &Co stravolge il concetto di show room per il suo Club dedicato al Suv 01

Milano: Lynk &Co stravolge il concetto di show room per il suo Club dedicato al Suv 01
(PRIMAPRESS) - MILANO - Il prossimo 26 novembre apre a Milano il Club Lynk &Co di Milano, uno spazio che supera l’idea del tradizionale show-room di auto per trasformarsi in uno spazio di intrattenimento e di condivisione. E’ questo il progetto lanciato dalla casa automobilistica cino-svedese di proprietà del gruppo Zhejiang Geely Holding, fondata nel 2016. Un’idea che si riassume nelle parole di Alain Visser, il CEO di Lynk &Co: “Ci tenevamo molto ad aprire il nostro Club a Milano. Essere presenti in questa città vuol dire non solo fare parte di una bellezza vibrante che si innova quotidianamente, ma significa anche entrare all’interno di un tessuto dove la comunità che la vive pulsa di idee: con il nostro Club e gli eventi che faremo qui vogliamo dare uno spazio a tutte quelle persone che desiderano, non solo cambiare il proprio concetto di mobilità, ma di lifestyle stesso. È importante divertirsi mentre si guida verso un futuro più sostenibile”. Futuro sostenibile che per l’azienda di automotive ha significato investire in una filiera di elettricità rinnovabile partendo dallo stabilimento di produzione dotato di un sistema di pannelli solari da 20 milioni kWh. 
Questa filosofia sostenibile si respira all’interno del Club con soluzioni creative uniche come le lampade sviluppate dall’uso di bucce d’arancia realizzate dalla Revibe e le sedute prodotte da veri trend setter dell’upcycling. Nello sfondo di queste atmosfere c’è lo 01, l’elettrico Sport Utility Vehicle di Lynk &Co con prestazioni da motore endotermico capace di passare in accelerazione da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi.    - (PRIMAPRESS)