Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Al Consiglio europeo il nuovo regolamento dei droni mentre a Roma si apre un convegno sul settore

Al Consiglio europeo il nuovo regolamento dei droni mentre a Roma si apre un convegno sul settore
(PRIMAPRESS) - ROMA - L’Europa al lavoro sul nuovo Regolamento europeo sui droni dopo il voto della Commissione Ue e del Comitato EASA (European Aviation Safety Agency).  Ora la proposta della new governance passa al Parlamento e al Consiglio europeo, che hanno due mesi per esaminarla prima della pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale europea che dovrebbe avvenire entro l’estate ed entrerà in vigore nel 2020. Questo cambiamento delle regole è probabile che crei uno scenario completamente diverso da quello attuale. Il moltiplicarsi delle applicazioni professionali nei più diversi settori, dalle riprese aeree al telerilevamento, dal monitoraggio idrogeologico all’agricoltura e alla sicurezza, aprirebbero un fronte molto largo ma con regole precise e molta specializzazione. L'occasione per un confronto sarà rappresentata dalla "Roma Drone Conference 2019", la sesta edizione dell'evento professionale sui droni, che si svolgerà lunedì 18 marzo, a Roma, presso l'Auditorium del Centre Saint-Louis. Il programma della conferenza è articolato in due sessioni. Nella mattinata, l'EASA presenterà in anteprima tutte le novità del nuovo Regolamento comunitario, mentre l'ENAC illustrerà la fase di transizione della normativa nel nostro Paese e EuroUSC Italia fornirà una panoramica su come la Federal Aviation Administration (FAA) americana regolerà il volo dei droni negli Stati Uniti. Nel pomeriggio, si svolgerà invece la Tavola rotonda sul tema "L'Italia dei droni: un mercato in difficoltà. Come superare la crisi?”. “Un tema sbilanciato nei contenuti perché non è di crisi che si tratta visto che è un settore non ancora decollato con tutte le sue potenzialità ma di consapevolezza, ruoli, qualità del prodotto e certificazioni che devono fare la differenza - sottolinea Paolo Bellezza Quater di Nimbus.
La partecipazione agli incontri vedrà tutti gli stakeholder della filiera da ENAC, alle forze di Polizia, ai centri di ricerca del CNR e le associazioni di settore e imprese specializzate. - (PRIMAPRESS)