Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Ingegneri trasformano una maschera da snorkeling in un respiratore da terapia intensiva con l'aiuto di Decathlon

  • di Paolo Silvestrelli
  • in Tech
Ingegneri trasformano una maschera da snorkeling in un respiratore da terapia intensiva con l'aiuto di Decathlon
(PRIMAPRESS) - BRESCIA - L’intuizione di uno studio di ingegneria e quello di un ex primario dell’Ospedale di Gardone Valtrompia, servirà a produrre almeno 500 respiratori necessari alle strutture sanitarie per i pazienti di terapia intensiva. L’idea messa a punto è quella di adattare una maschera facciale da snorkeling per trasformarla in uno dei presidi sanitari più richiesto in questo momento.
E’ così che lo studio Isinnova si è messa in contatto con Decathlon, il grande store di articoli sportivi che produce e distribuisce la maschera da snorkeling Easybreath, uno di quelle che già da qualche anno si vedono in tutti i villaggi turistici del mondo. “Decathlon si è resa disponibile a collaborare per la fornitura del disegno tecnico per uno sviluppo in 3D” ha spiegato lo studio bresciano. La maschera per cui è stata prodotta una speciale valvola, è stato testato su un paziente all’ospedale di Chiari ed ha funzionato. Ovviamente né la maschera e nè la valvola sono stati certificato per un uso medico e il loro utilizzo si è basato solo ed esclusivamente su un’esigenza di emergenza. Ma è la dimostrazione che l’Italia continua a fare dell’ingegno uno dei suoi punti di forza.   - (PRIMAPRESS)