Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Come scoprire le stelle cadenti nella Notte di San Lorenzo. Alcuni consigli su dove dirigere lo sguardo

  • di RED-ROM
  • in Tech
Come scoprire le stelle cadenti nella Notte di San Lorenzo. Alcuni consigli su dove dirigere lo sguardo
(PRIMAPRESS) - ROMA - Da questa sera e tra il 12 e 13 agosto, tutti con il naso all’insù nella notte di San Lorenzo per vedere le stelle cadenti. Quest’anno secondo gli esperti il cielo dovrebbe mostrare anche una certa visibilità di meteore.  Il picco di visibilità delle stelle cadenti sarà nelle notti successive, tra il 12 e il 13 agosto. 
dove il fenomeno delle 'lacrime di San Lorenzo' sarà maggiormente visibile. Dalle associazioni astrofisiche arrivano una serie di consigli per osservare al meglio il fenomeno.
Cerca di trovare un luogo il più possibile buio
Lo città non è il luogo migliore perché l’inquinamento luminoso non consente la vista migliore ma basterà salire sul tetto di un palazzo alto per sollevarsi al disopra dell’illuminazione pubblica per avere una migliore postazione. Ma stando in vacanza si potrà fare anche qualche esperienza coinvolgente cercando alcuni dei molti appuntamenti con le stelle sparsi per l’Italia.
I supporti esterni
I telescopi ma anche binocoli di ottima qualità consentono di scoprire segmenti di cielo invisibili. Ma anche ad occhio nudo la vista si adegua a cogliere dettagli mano mano che ci si adegua al buio.
Portare pazienza
L'osservazione delle stelle può non essere una cosa veloce. L'importante è che tu sappia che per vedere un buon numero di stelle cadenti potrebbe volerci un po' di tempo.
Guarda nella giusta direzione!
Guardare il cielo non basta:per aumentare le possibilità di vedere le stelle cadenti è bene rivolgere lo sguardo verso Nord-Est. Lì si trova la costellazione di Perseo, proprio vicino a quella di Cassiopea. Come individuare quest'ultima? Cercare in cielo la W che ne delinea la forma. - (PRIMAPRESS)