Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Il Napoli torna in corsa, Udinese ko al San Paolo

Albiol realizza la rete del 2-2
Foto di Vincenzo Di Monda Albiol realizza la rete del 2-2
(PRIMAPRESS) - NAPOLI - Solo qualche attimo di spavento. Solo un brutto sogno che svanisce al ventesimo della ripresa quando il Napoli riagguanta l’Udinese e si prepara al sorpasso vincente nei minuti successivi. Finisce 4-2 per i partenopei nella bolgia del San Paolo e adesso i Sarri Boys si preparano alla supersfida di Torino, dopo l’insperato pari della Juve a Crotone, con uno spirito nettamente diverso. Sei gol e tante occasioni caratterizzano una sfida emozionante, giocata sul filo della tensione per tutto il primo tempo e per buona parte della ripresa. Trionfa il Napoli, ma ad aprire le marcature sono i friulani al quarantunesimo con Jankto che infila Reina sul secondo palo. Dopo cinque minuti gran giocata di Insigne che al limite dell’area vede Bizzarri uscire e lo buca nell’angolo. All’undicesimo della ripresa Udinese di nuovo avanti con Ingelsson. Al ventesimo Callejon becca Albiol al centro area. Lo spagnolo colpisce di testa e batte Bizzarri. Passano cinque minuti e Milik realizza il gol del vantaggio. A sancire il trionfo azzurro alla mezz’ora è Tonelli che realizza ancora di testa. “Abbiamo fatto una partita coraggiosa - afferma Oddo a fine match - il Napoli ha tanta qualità, sono soddisfatto della reazione dei ragazzi, di quello che hanno fatto. Sono comunque anche molto incazzato, perchè in una partita del genere non si possono subire due gol su palle inattive”. “E’ stata una partita di grandissimo livello - dice Sarri - con due black out in cui siamo diventati completamente passivi nella fase difensiva. Ci siamo trovati sotto due volte in una partita che avevamo cominciato benissimo. La Juve? Pensiamo a noi stessi, inutile pensare agli altri, dobbiamo noi dimostrare di non aver paura. Non saremo timorosi, proveremo a fare nostra partita. Le possibilità esistono su tutto, partite impossibili non ne ho viste. Preferirei che i ragazzi staccassero la spina e si ricaricassero in vista del match di domenica”. - (PRIMAPRESS)