Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Calcio: nazionale italiana... piccola piccola così

  • di RED SPORT
  • in Sport
Banega esulta con Perotti dopo il gol a Buffon
Banega esulta con Perotti dopo il gol a Buffon
(PRIMAPRESS) - MANCHESTER - Il miglior calciatore del mondo, Lionel Messi ha assistito dagli spalti l'Argentina che ha iniziato la sua strada verso la Coppa del Mondo con una vittoria in amichevole per 2-0 contro l'Italia all'Etihad Stadium. Éver Banega e Manuel Lanzini hanno colpito nelle ultime fasi (al '30 e '40 del secondo tempo) per mettere un po 'di luce su una prestazione altrimenti non proprio travolgente. Messi, l'attrazione principale per la maggioranza delle presenze allo stadio mezzo pieno del Manchester City, non si è esibito e si è seduto in alto a fianco di un'altra attrazione mancata, idolo di casa, e cioè l'infortunato Sergio Agüero. Il gioco si è ravvivato nel secondo tempo, ma senza esagerare.
L'Italia, che cerca di ricostruirsi dopo la mancata qualificazione a Russia nel 2018 con il ct ad interim Gigi Di Biagio, è stata pericolosa solo a tratti e il miglior giocatore è stato senza dubbio il portiere veterano, Gianluigi Buffon. I fan della City hanno invece dovuto accontentarsi della presenza di Nicolás Otamendi nella difesa argentina, mentre dietro di lui ha fatto il suo debutto internazionale l'ex portiere di riserva del City, Willy Caballero. Otamendi ha avuto una delle prime serie di opportunità di far gol spedendo il pallone dritto nelle braccia di Buffon. Il resto del primo tempo è stato giocato a passo d'uomo, con l'Argentina che ha creato opportunità prima dell'intervallo per Leandro Paredes, Nicolás Tagliafico e Gonzalo Higuaín. Male quasi tutti i "big" della nazionale italiana, se di bg si può parlare. Male Verratti, così così Insigne, molto male Immobile, disastroso Jorginho. Insomma solo nel secondo tempo a tratti si è visto qualcosa di accettabile tragli azzurri. Peccato per il gol praticamente mangiato da Lorenzo Insigne per nulla ieri sera il giocatore travolgente del Napoli. Benino sia Chiesa che De Sciglio. Ma troppo poco per impensierire un'Argentina che seppur sperimentale e senza Messi ha rifilato due gol agli azzurri. Non una novità certamente la situazione della nostra Nazionale, non si capirebbe altrimenti il perchè della non qualificazione ai Mondiali. Ma la partita di ieri sera dice che non si riparte da zero, ma da sotto zero. Difficile entusiasmarsi per una Nazionale piccola piccola così. - (PRIMAPRESS)