Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Addio a Coni Servizi, al suo posto "Sport e Salute Spa" e i suoi vertici nominati dal Ministero delle Finanze

  • di RED-ROM
  • in Sport
Addio a Coni Servizi, al suo posto "Sport e Salute Spa" e i suoi vertici nominati dal Ministero delle Finanze
(PRIMAPRESS) - ROMA - La manovra economica presentata ieri per la “bollinatura” della Ragioneria dello Stato ed inviata al Quirinale, ha messo mano anche sull’organizzazione del Coni.
Secondo il documento economico, sparirà Coni Servizi, costola finanziaria del Coni attualmente partecipata al 100% dal Mef, e nasce la ‘Sport e Salute spa’. È questa una delle novità introdotte in materia di sport nella bozza della legge di Bilancio, che approderà domani all’esame del Parlamento. Nel testo si spiega che il finanziamento a favore della nuova società sarà previsto al 32% delle entrate effettivamente incassate dallo Stato tramite le imposte pagate dal settore, e comunque non sara’ inferiore ai 410 milioni di euro. Decisa anche la ripartizione: 40 milioni al Coni e 370 alla ‘Sport e Salute spa’ per essere da qui versate alle varie Federazioni sportive nazionali (inizialmente in misura non inferiore a 260 mln di euro) ma, ed è questa una delle novità più  importanti, l’importo per ognuna sarà deciso non dal Coni ma dalla nuova società i cui vertici (presidente e CDA) saranno “nominati dal ministero dell’Economia e delle finanze su designazione dell’Autorità di governo competente in materia di sport, sentito il Coni”. Inoltre “gli incarichi di vertice del Coni e della Sport e Salute spa sono tra loro incompatibili”, con l’incompatibilità che dura per due anni dalla cessazione della carica. - (PRIMAPRESS)