Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Raccolta differenziata, presentato il portale Open. Enzo Bianco (Anci): “Puntiamo a dati trasparenti”

  • di R.B.
  • in Italia
Raccolta differenziata, presentato il portale Open. Enzo Bianco (Anci): “Puntiamo a dati trasparenti”
(PRIMAPRESS) - ROMA - Presentato oggi nella sede dell'Anci a Roma, il portale Open, realizzato dall'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani ed il Consorzio Nazionale Imballaggi (Conai) che consentirà di accedere ai dati relativi alla raccolta differenziata in Italia indicando i numeri di ogni singola città. 
“Puntiamo a rendere trasparenti ed accessibili al pubblico tutte le informazioni relative alle raccolte differenziate ed ai corrispettivi erogati dai Consorzi di filiera, coerentemente con le più moderne regolamentazioni sull’accesso universale alle informazioni ambientali. Con questo spirito è già attivata on line una sezione Open del portale ANCI CONAI da cui sarà possibile accedere, liberamente e in modo semplice e intuitivo ai dati di raccolta differenziata e corrispettivi di ciascun Comune Italiano”. Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio nazionale Anci Enzo Bianco intervenuto alla conferenza stampa di presentazione del portale e dei dati dell’XI Rapporto Anci-CONAI svoltasi presso la sede nazionale dell’Associazione. Bianco, inoltre ha ricordato come l'Italia sia tra i Comuni più performanti in Europa per la raccolta differenziata. “L’Anci sta mettendo il tema ambientale e della qualità della vita al centro della propria azione e lo sta facendo, non solo con proposte normative, ma anche con azioni operative”, aggiunge Bianco riferendosi anche alle attività di formazione sviluppate nelle regioni che non hanno raggiunto buoni risultati sulla raccolta differenziata e che hanno avuto un pronto riscontro. I risultati del rapporto “fanno dell’Italia il Paese in Europa con uno dei tassi maggiori di riciclo di materia, frutto senz’altro dell’impegno di tutti i Comuni che, pur nelle mille difficoltà, continuano ad investire e tenere alta l’attenzione sul tema della raccolta dei rifiuti e dell’organizzazione del ciclo integrato”, conclude. La conferma arriva dai dati illustrati da Antonello Antonicelli, Coordinatore struttura tecnica ANCI-CONAI. “Nel 2020 sono state migliorate le performance di raccolta differenziata di quasi tutte le Regioni italiane, specie quelle del Sud, con un dato medio complessivo di circa il 62% di differenziata”. Significativi avanzamenti “anche per i quantitativi gestiti all’interno dell’Accordo Quadro Anci – CONAI con quasi 7 milioni di tonnellate di imballaggi di carta, plastica, vetro, metalli e legno, così come i corrispettivi erogati ai Comuni attestatisi intorno ai 630 M€” “Il portale open data sulla raccolta differenziata nei comuni italiani consentirà a tutti i cittadini di avere una fotografia chiara dei risultati conseguiti dal proprio e dagli altri Comuni in Italia e costituirà uno strumento importante per ricerche, studi e modelli che aiutino a progettare le azioni più efficaci per migliorare il sistema”, dichiara il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, delegato Anci per Energia e Rifiuti. “Con il Piano nazionale di ripresa e resilienza lo Stato ha finalmente investito adeguate risorse per la dotazione impiantistica, carente in particolare nel Mezzogiorno, per ricucire i divari che anche l’IX rapporto Anci CONAI certifica.  - (PRIMAPRESS)