Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Centrodestra e M5S: ecco chi entra in Parlamento. La delusione dell'ex Luigi Di Maio

  • di RED-ROM
  • in Italia
Centrodestra e M5S: ecco chi entra in Parlamento. La delusione dell'ex Luigi Di Maio
(PRIMAPRESS) - ROMA - Con questa legge elettorale voluta dalla sinistra e con il leader di M5S Giuseppe Conte (terzo partito in Italia) pronto a volerla cambiare, è Il centrodestra a vincere anche nei collegi uninominali superando quota 50. A scrutinio ancora in corso, il M5s riesce a strapparne 12 (di cui 11 in Campania dove l'ex ministro dell'Ambiente Costa vince su Luigi Di Maio), mentre il centrosinistra ne ottiene 7 (Piemonte, Toscana, Emilia). Ma potrebbe ancora cambiare qualcosa.
Nel Centrodestra, dunque, riescono gli ingressi di Claudio Lotito (Molise) e Rita Dalla Chiesa con la riconferma di Isabella Rauti che vince a Milano battendo Emanuele Fiano (PD)– Per il momento sono 55 i collegi vinti dal centrodestra all’uninominale. Tra i leader confermata l’elezione di Giorgia Meloni all’uninominale dell’Aquila e di Silvio Berlusconi nel collegio di Monza. Nel collegio di Roma Centro, dove si sfidavano Emma Bonino e Carlo Calenda, l’ha invece spuntata la candidata del centrodestra Lavinia Mennuni. Il centrodestra vince anche nel collegio di Pisa alla Camera, dove Edoardo Ziello ha sconfitto il dem Stefano Ceccanti. Stessa sorte è toccata a Monica Cirinnà, battuta da Ester Mieli nel collegio di Roma-Fiumicino per il Senato.
Ma l'altra sorpresa, rispetto alle previsioni è il buon risultato del M5S che come detto è ora il terzo partito dopo FdI e PD.  Il M5s vince sette collegi uninominali al Sud dove la campagna elettorale del reddito di cittadinanza ha avuto i suoi effetti in una regione dove l'offerta lavoro non può essere messa a confronto con il Nord. E nella confernza stampa di ieri notte Conte ha ribadito che il "reddito non si toccherà. Faremo battaglia contro chiunque volesse abolirlo".
L'altra questione a fare notizia nella buona performance del M5S è quella che vede Luigi Di Maio, ex capo politico del Movimento, non entrare in Parlamento per aver perso nella sfida diretta con Costa (M5S). I Cinque Stelle fanno riescono a sfondare gli 11 collegi uninominali di Napoli e provincia alla Camera e al Senato: 7 alla Camera e 4 al Senato. Vittorie nette anche a Giugliano (Campania 1-U01) per Antonio Caso, a Napoli-San Carlo all’Arena (Campania 1-U03) per Dario Carotenuto, a Casoria per Pasqualino Penza, ad Acerra per Carmela Auriemma, a Somma Vesuviana per Carmela Di Lauro e a Torre del Greco per Gaetano Amato.Vittoria pentastellata anche nei 4 collegi uninominali di Napoli e provincia al Senato. Nel collegio unico di Napoli città viene eletta Ada Lopreiato, battuti Valeria Valente per il centrosinistra e Stefano Caldoro per il centrodestra. Vincono poi a Giugliano la senatrice uscente e anima del "nuovo" movimento di Conte, Mariolina Castellone. Ad Acerra Raffaele va De Rosa e a Torre del Greco Orfeo Mazzella, battendo per circa 2.500 voti la candidata del centrodestra Pina Castiello della Lega. Il Movimento vince anche in Puglia: il senatore M5s uscente Marco Pellegrini strappa il collegio uninominale a Foggia.

- (PRIMAPRESS)