Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Allarme 118 e Fimmg: "Noi untori autorizzati dal sistema perché senza protezioni di sicurezza"

Allarme 118 e Fimmg: "Noi untori autorizzati dal sistema perché senza protezioni di sicurezza"
(PRIMAPRESS) - ROMA - Ciò che da giorni stanno denunciando gli operatori sanitari operativi in molti strutture è la preoccupante mancanza di dispositivi di protezione personale per chi è in prima linea nel soccorso ai pazienti contagiati dal coronavirus. Ora in una nota congiunta sono il presidente nazionale del Sis 118, Mario Balzanelli e il Segretario Nazionale Fimmg (Federazione Italiana Medici Medicina Generale), Francesco Marino, sono costretti a mettere nero su bianco la grave carenza per il perdurare della mancanza di condizioni di sicurezza nelle operazioni di biocontenimento nella gestione dei pazienti di Covid-19 sospetti e conclamati.
“Le forniture giornaliere sono assolutamente insufficienti e in diversi casi inesistenti, - scrivono i due responsabili del servizio - rispetto alla necessità assoluta di far fronte in modo appropriato ai pericoli, ad elevatissima probabilità, di contagio, anche alla luce della enorme diffusione della pandemia da parte di soggetti positivi asintomatici, che - nella maggior parte dei casi - non sanno nemmeno di esserlo”. Gli asintomatici, se confermati i dati di diversi studi, si attestano intorno al 45 %, “tanto da prevedere che ormai non vi sia intervento di soccorso effettuato sul territorio dagli operatori possa considerarsi sicuro”. 
Una situazione che ha già fatto salire notevolmente il numero degli operatori sanitari contagiati o deceduti finendo con l’impoverire ancora di più il cordone di contenimento del virus. “E’ irrazionale seguire il criterio strategico perseguito da parte dei decisori, per cui gli operatori del 118 vengono sottoposti al tampone per COVID- 19 solo quando abbiano avuto contatto con casi conclamati COVID-19 o con contatti stretti di soggetti conclamati unicamente quando diventano sintomatici. In questo caso - sostiene Balzanelli - avremo degli untori autorizzati dal sistema”. - (PRIMAPRESS)