Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1010

Il ricordo del giornalista Walter Tobagi a 40 anni dall'uccisione del terrorismo rosso

  • di RED-ROM
  • in Società
(PRIMAPRESS) - MILANO - Per alcuni di noi giornalisti l’uccisione da parte delle Brigate Rosse del collega del Corriere della Sera, Walter Tobagi avvenuta 40 anni fa, è ancora vivo nella memoria. Oggi si ricorda la sua figura di democratico e riformatore che in quel contesto storico suonava come una contrapposizione troppo forte per lo schematismo ideologico senza confronto di un estremismo violento. Furono proprio i suoi ultimi scritti a farlo diventare un bersaglio troppo facile. Una vita ed una voce libera stroncata a soli 33 anni. “A quarant’anni da quel 28 maggio 1980, desidero anzitutto esprimere i miei sentimenti di vicinanza alla famiglia Tobagi - ha detto questa mattina il presidente Sergio Mattarella - Costretta a sopportare il dolore più grande, ha contribuito, con forza e dignità, a tenere viva quella testimonianza”. A lui anche il pensiero del presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti e del presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna. - (PRIMAPRESS)