Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Egitto: Zaki accusato di “ribaltamento del regime” potrebbe rischiare l’ergastolo

  • di RED-ROM
  • in Società
Egitto: Zaki accusato di “ribaltamento del regime” potrebbe rischiare l’ergastolo
(PRIMAPRESS) - CAIRO - Potrebbe rischiare l’ergastolo lo studente universitario egiziano Patrick George Zaki, che frequenta l’Università di Bologna dove ha vinto una borsa di studio. Zaki al rientro in Egitto è stato fermato in aeroporto, arrestato, picchiato e torturato, secondo quanto si è  appreso nei giorni scorsi dal suo avvocato. Ed ora è lo stesso avvocato Wael Ghally, che avendo avuto accesso al fascicolo aperto dalla polizia egiziana, ha comunicato che l’incriminazione è “tentativo di rovesciamento del regime”. Un’accusa pesante che potrebbe costare al giovane Zaki il carcere a vita. Sull’ignaro Zaki già pendeva un mandato di cattura per la sua attività “sovversiva” legata al suo impegno per i diritti umani.
A Roma ieri, su il muro di cinta che circonda l’Ambasciata d’Egitto, è comparso un murales della sreet artist Laika che raffigura Patrik Zaki abbracciato da Giulio Regeni come in un gesto di protezione. - (PRIMAPRESS)