Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Protesta dell'Usigrai per la decisione della giunta Raggi di utilizzare Saxa Rubra per un sito di interscambio dei rifiuti

  • di RED-ROM
  • in Società
Protesta dell'Usigrai per la decisione della giunta Raggi di utilizzare Saxa Rubra per un sito di interscambio dei rifiuti
(PRIMAPRESS) - ROMA - La giunta Raggi ha deciso di creare un nuovo sito di interscambio per le oltre 300 tonnellate di rifiuti che non potranno più esseri ospitati dal sito del TMB Salario  dopo il suo incendio. La nuova area individuata è quella dell’ex Gran Teatro di Saxa Rubra non molto distante dalla sede Rai. La decisione dell’amministrazione comunale è stata accolta con irritazione da alcuni vertici di Viale Mazzini ma è soprattutto dall’esecutivo dell’Usigrai che arriva una nota in cui si ricorda che "nell'insediamento Rai lavorano migliaia di persone, già esposte all'inquinamento elettromagnetico: non si può accettare un ulteriore peggioramento delle condizioni ambientali"."Ricordiamo - prosegue l'Usigrai - che nelle scorse settimane è stato necessario un intervento urgente per disinfestare l'area da topi entrati addirittura nelle redazioni. Inoltre il luogo scelto dal Comune di Roma e dall'Ama è un cruciale parcheggio di interscambio per migliaia di pendolari che ogni giorno vanno a lavorare. Non è possibile che decisioni di questo tipo, che incidono fortemente sulla qualità della vita e della salute delle persone, non prevedano un percorso di confronto fra l'amministrazione e i diretti interessati - residenti e lavoratori della zona". "Chiediamo un confronto urgente con il Comune di Roma e chiediamo alla Rai di attivarsi con urgenza a tutela della salute dei propri dipendenti. Se non dovesse esserci un ripensamento, valuteremo azioni di protesta, d'intesa con le altre sigle sindacali", conclude l'Esecutivo Usigrai. - (PRIMAPRESS)