Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1017

Cagliari, Tocco (FI): "Si riveda ordinanza anti-movida"

  • di RED COM
  • in Sardegna
(PRIMAPRESS) - CAGLIARI - Cagliari città turistica? O ancora, location per i giovani. Il traguardo sembra essere ancora molto lontano. E l’ordinanza anti-movida del sindaco Zedda appare un’ulteriore conferma. La polemica dilaga, non solo sul web. Edoardo Tocco (FI) auspica maggiore equilibrio per riconsegnare al capoluogo isolano un ruolo da protagonista nella stagione turistica, con occasioni di divertimento e incontro durante i mesi più caldi dell’anno. "Lo stop alla musica alle 24 è davvero una scelta incomprensibile. Sarebbe necessario un tavolo di confronto tra il comitato “Rumore, no grazie”, i rappresentanti dei residenti e le attività che operano nel centro della città per arrivare a coniugare le esigenze di tutti – evidenzia l’esponente degli azzurri – Durante la stagione estiva numerose attività del lungomare o nel centro storico diventano il cuore pulsante della città, con l’ospitalità del popolo dei vacanzieri. Non occorre lasciare che le attività del centro possano essere ostacolate, ma allo stesso tempo è opportuno garantire la tranquillità agli abitanti". Tocco sollecita di rivisitare l’ordinanza, con la possibile revoca del provvedimento. "Perché – conclude -  non è possibile impedire eventi di richiamo per tantissimi locali. Ecco dunque il motivo che mi spinge a chiedere la convocazione di un incontro tra associazioni, i cittadini del centro ed i titolari dei locali notturni".


- (PRIMAPRESS)