Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Intercettazioni: incassata la fiducia al Senato ora il provvedimento passa alla Camera

  • di RED-ROM
  • in Lazio
Intercettazioni: incassata la fiducia al Senato ora il provvedimento passa alla Camera
(PRIMAPRESS) - ROMA - Il decreto sulle intercettazioni passa con la fiducia al voto del Senato approvato  con 156 e 118 voti contrari con nessun astenuto. Il provvedimento, che scade il 29 febbraio, passa ora all'esame della Camera. Al voto non ha partecipato Matteo Renzi. Il leader di Italia viva è risultato assente sia alla prima che alla seconda chiama in aula a palazzo Madama. Renzi si era comunque espresso sull'argomento nel corso della conferenza stampa di presentazione del piano "Italia Shock". "Il voto di fiducia al decreto intercettazioni non è un voto di fiducia ad un singolo ministro", aveva dichiarato il leader di Italia Viva. Pietro Grasso, invece, nel corso del suo intervento, ha annunciato il voto favorevole di Leu al decreto del ministro Bonafede, aveva parlato di "un voto di fiducia anche nei confronti del ministro della giustizia che ha dimostrato di saper tornare sui suoi passi senza affannarsi sulla strada di ricatti e minacce per qualche titolo in più. - (PRIMAPRESS)