Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Fotografia: morire di plastica. La foto di Easa Lebbe Jamsith

Fotografia: morire di plastica. La foto di Easa Lebbe Jamsith
(PRIMAPRESS) - MONACO - Il fotografo naturalista Sergio Pitamitz mette un altro tassello al suo impegno nella conservazione e preservazione di specie animali in pericolo di estinzione entrando a far parte della prestigiosa International League of Conservation Photographers che svolge la sua attività in difesa degli ecosistemi più fragili con reportage pubblicati sui maggiori magazine internazionali come quelli sulle barriere coralline polinesiane o i reef delle coste del Pacifico.
Pitamitz da anni è nelle fila dei fotografi del National Geographic (National Geographic Image Collection contract photographer and National Geographic Expeditions Photographer) sulle cui pagine ha raccontato, attraverso le sue immagini, storie di habitat in Italia e all’estero ma anche attraverso mostre fotografiche che hanno documentato i cambiamenti climatici e l’impatto sugli ecosistemi. Per il fotografo italo-francese, brand ambassador delle ottiche da osservazione Swarovski Optik, il 2022 è stato anche l’anno della sua presenza come membro della giuria dell’Envinronmental Photography Award organizzato nel Principato di Monaco dalla Fondazione Prince Albert II. A vincere l’edizione 2022 del riconoscimento monegasco è stato il fotografo dello Sri Lanka Easa Lebbe Muhammed Jamsith che ha ripreso con una straziante immagine, un giovane esemplare di elefante morto in una discarica a Oluvil nello Sri Lanka mentre cercava cibo ed è rimasto affogato da un involucro di plastica. - (PRIMAPRESS)