Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Autorità Antiriciclaggio UE: decisa l'istituzione ma bisogna definire la sede. Anche l'Italia candidata

  • di RED-ROM
  • in Europa
Autorità Antiriciclaggio UE: decisa l'istituzione ma bisogna definire la sede. Anche l'Italia candidata
(PRIMAPRESS) - BRUXELLS - Il Consiglio Europeo ha deciso l'istituzione un'autorità antiriciclaggio (AMLA) che tra i suoi compiti specifici avrà anche quello di contrastare il finanziamento del terrorismo. Al momento è solo un primo passo ma si avverte sempre di più la necessità di un organismo di contrasto alla natura transfrontaliera della criminalità. La nuova autorità, si legge nel comunicato stampa del Consiglio UE dovrebbe apportare un contributo forte e utile alla lotta al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo. Tra gli altri compiti, contribuirà all'armonizzazione e al coordinamento delle prassi di supervisione nel settore finanziario e in quello non finanziario, alla supervisione diretta dei soggetti finanziari a rischio elevato e transfrontalieri e al coordinamento delle unità di informazione finanziaria. Nella sua posizione il Consiglio conferisce all'autorità poteri di supervisione diretta di taluni tipi di enti creditizi e finanziari, compresi i fornitori di servizi per le cripto-attività, se ritenuti a rischio. Affida inoltre all'autorità il compito di sottoporre a supervisione fino a 40 gruppi e soggetti, almeno nella prima procedura di selezione, e di garantire una copertura completa del mercato interno sotto la sua supervisione. Sono inoltre conferiti maggiori poteri al consiglio generale nella governance dell'AMLA. La posizione del Consiglio, va detto, che è parziale in quanto non è stato ancora raggiunto un accordo sulla sede della nuova autorità. - (PRIMAPRESS)