Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1116
JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1016

Export, arriva a Como il Roadshow dell'Ice

(PRIMAPRESS) - COMO - Il roadshow “Italia per le Imprese con le PMI verso i mercati esteri”, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, prosegue la sua mission di internazionalizzazione dell'export italiano e il 16 dicembre fa tappa a Erba (Co). Appuntamento a Lario Fiere, Centro Congressi in viale Resegone a Erba (Co) a partire dalle 8:45 con la registrazione dei partecipanti.

I dati relativi all'interscambio lombardo nel 2015 fanno registrare un +2,6% per l'export per un valore che raggiunge 55,5 miliardi di euro, come emerge da un'elaborazione del servizio Studi della Camera di commercio di Milano sui dati Istat al primo semestre 2015 e 2014. Dopo Milano, che concentra oltre la metà delle importazioni e un terzo delle esportazioni lombarde verso il mondo (rispettivamente: +8,7% e +0,1% rispetto al 2014), vengono Brescia, Bergamo e Pavia nell'import, tutte con il 7% del totale, e Brescia e Bergamo nell'export con il13% circa. In forte crescita Mantova (+19,4% l'import e +9,5% l'export), Monza e Brianza (+12,5% e +7,7%) e Lecco (+14,6% e +6,1%). Come aree geografiche, aumentano gli scambi lombardi soprattutto con gli Stati Uniti (+30,8% l'import e +19,5% l'export). Bene anche l'import da Brasile (+32,8%) e Giappone (+31,1%) e l'export verso Hong Kong (+21,2%) e Medio Oriente (+20,4%).

«La straordinaria performance delle imprese lombarde sui mercati esteri è indice di competitività e di qualità - dichiara Benedetto della Vedova, Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale - ma anche di un approccio all’internazionalizzazione la cui chiave di successo sta in un’azione sincronizzata e convergente tra imprese e istituzioni. Obiettivo del Governo è infatti sostenere e promuovere questa spiccata vocazione esportativa delle imprese della Lombardia. La Farnesina, attraverso la rete delle Ambasciate e dei Consolati nel mondo ed in collaborazione con la rete estera dell’ICE, è fortemente impegnata per accompagnare il sistema economico lombardo in questa sfida».

«L'ICE Agenzia conferma il suo ruolo primario nel sostegno alle aziende - dichiara Roberto Luongo, Direttore Generale di ICE-Agenzia -. Il tutto in un'ottica di riqualificazione e innovazione: elementi fondamentali che premiano, per presentarsi in chiave propositiva al mercato estero». 

La sessione introduttiva comincia alle 9:45 con il Presidente Unindustria Como, prosegue il Sen. Benedetto della Vedova, Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale. Dopo la sessione introduttiva si passa alla sessione tecnica con gli scenari internazionali illustrati da Claudio Colacurcio, Prometeia specialist. Introduzione e moderazione interventi di ICE-Sace-Simest a cura del Ministero dello Sviluppo Economico. Gli strumenti nazionali di supporto all'internalizzazione saranno presentati da Roberto Luongo, Direttore Generale ICE-Agenzia, Enrica Del Grosso, Rete Domestica SACE SPA e Carlo de Simone, Responsabile Relazioni Istituzionali e Studi SIMEST. E' poi la volta della Testimonianza aziendale di successo con Serena Costantini, Amministratore SISME spa. Dopo la sessione domande e risposte, segue la pausa-networking. Alle 12:30 inizia la sessione BTOB: Incontri BtoB con gli esperti dell'ICE per identificare strategie individuali di internazionalizzazione; Incontri con gli esperti delle Organizzazioni partecipanti al Roadshow. Alle 18:00 chiusura lavori. 

Il Roadshow è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oltre all'ICE-Agenzia, a SACE e a SIMEST, l’evento si avvale della collaborazione di Confindustria, Unioncamere, Rete Imprese Italia e di Alleanza delle Cooperative Italiane.  


- (PRIMAPRESS)