Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Blitz anti-terrorismo dei Carabinieri a Palermo. Un tunisino avrebbe fatto luce sul traffico di migranti

  • di RED-ROM
  • in Cronaca
Blitz anti-terrorismo dei Carabinieri a Palermo. Un tunisino avrebbe fatto luce sul traffico di migranti
(PRIMAPRESS) - PALERMO - La gola profonda di un tunisino inserito in una banda di trafficanti di migranti in Sicilia, ha fatto scattare il blitz anti terrorismo dei carabinieri del Ros nelle province di Palermo, Trapani, Caltanissetta e Brescia. Gli uomini dell'Arma hanno eseguito 15 fermi emessi dalla Procura del capoluogo siciliano nei confronti di altrettanti indagati ritenuti a vario titolo responsabili di istigazione a commettere delitti in materia di terrorismo, associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e al contrabbando di tabacchi lavorati esteri, ingresso illegale di migranti clandestini nel territorio nazionale ed esercizio abusivo di attività di intermediazione finanziaria. I reati, secondo quanto riportato dagli investigatori, hanno l’aggravante  di collegamenti con un gruppo criminale organizzato impegnato in attività delinquenziali in più di uno Stato". Un fermato accusato di apologia dell'Isis Istigava al terrorismo, invocava la morte in nome di Allah e faceva apologia dello Stato islamico uno dei tunisini fermati dai carabinieri del Ros che hanno scoperto una organizzazione criminale che gestiva viaggi a bordo di natanti veloci di piccoli gruppi di migranti tra la Tunisia e l'Italia. Sul profilo Facebook del fermato sono state trovate video e foto che inneggiavano all'Isis e con immagini di decapitazioni. Con l'inchiesta, coordinata dalla Dda di Palermo guidata da Francesco Lo Voi, bisognerà capire se realmente è stato toccato un tassello importante nel traffico di migranti e le implicazioni con l’attività terroristica. - (PRIMAPRESS)