Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La Francia ancora indecisa sul "coprifuoco" e intanto Macron riunisce il Consiglio di Difesa per studiare nuove misure anti-virus

La Francia ancora indecisa sul "coprifuoco" e intanto Macron riunisce il Consiglio di Difesa per studiare nuove misure anti-virus
(PRIMAPRESS) - PARIGI - Con misure arrivate in ritardo ed una comunicazione che prima ha illuso i cittadini che potevano andare persino a votare, ora la Francia di Macron prende le reali misure dell’epidemia e guarda ad un confinamento che vada oltre i 15 giorni decisi inizialmente per frenare la diffusione del virus. Lo ha detto la portavoce del Governo, Sibeth Ndiaye la stessa che nelle settimane scorse aveva criticato l’Italia. Ma la Francia indugia ancora e l'introduzione di un vero e proprio copri-fuoco, 'non e' al momento presa in considerazione'. 
Il presidente Emmanuel Macron ha riunito oggi un nuovo 'Consiglio di difesa' al ministero dell'Interno per fare il punto delle misure annunciate il 16 marzo. Il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, ha avvertito oggi che se l'Unione europea abbandona l'Italia, l'Ue "non si riprenderà" più. Intervistato dalla tv Lci, Le Maire ha lanciato un appello ai Paesi Ue a "essere uniti" per far fronte alla crisi del Coronavirus. "Se sarà 'ognun per sé' - ha ammonito -, se si abbandonano alcuni Stati, se ad esempio si dice all'Italia 'cavatevela da soli', l'Europa non si riprenderà". Diverse persone senza fissa dimora sono state multate dalla polizia a Lione per non essersi uniformati alla nuova normativa sull'isolamento in Francia, introdotta per contenere il contagio le coronavirus. - (PRIMAPRESS)