Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Decessi quintuplicati in Francia e Macron schiera l'esercito per contrastare il contagio. Parigi la città più colpita

Decessi quintuplicati in Francia e Macron schiera l'esercito per contrastare il contagio. Parigi la città più colpita
(PRIMAPRESS) - PARIGI - Emmanuel Macron per contrastare la diffusione del virus che in Francia ha visto i decessi quintuplicati in una settimana, schiera l’esercito. Sono 1.331 i decessi causati dal nuovo coronavirus in Francia: un bilancio drammatico che è quintuplicato in una settimana. Solo nell'ultimo giorno sono morte 231 persone e altre 311 sono state ricoverate in terapia intensiva. I casi di contagio confermati sono 25.233, 2.933 in più di ieri. Di queste, 11.539 sono attualmente ricoverate in ospedale, tra cui 2.827 casi gravi in terapia intensiva. Lo ha reso noto il direttore generale del ministero della Salute, Jerome Salomon, che ha parlato di "una situazione senza precedenti e molto critica". "Abbiamo un'epidemia nazionale in rapida diffusione", ha aggiunto. Considerando i quasi 3 mila pazienti in terapia intensiva, "è un numero considerevole, eccezionale in così poco tempo e per una singola malattia", ha sottolineato Salomon. Macron schiera l'esercito Il presidente francese Emmanuel Macron ha deciso di schierare l'esercito per contribuire a contrastare la diffusione del nuovo coronavirus in Francia. Lo rende noto France 24, affermando che i militari saranno impegnati nella cosidetta "Operazione resilienza". L'obiettivo è di ''aiutare la popolazione'' a evitare il contagio. Mille malati gravi nella regione di Parigi L'Ile-de-France, la regione di Parigi, ha superato questa mattina i 1.000 malati di Coronavirus in in gravi condizioni: lo ha annunciato il direttore generale dell'Assistenza pubblica parigina, Martin Hirsch, lanciando un’appello agli aiuti". E' indispensabile "che io possa offrire ad ogni malato grave un respiratore - ha detto Hirsch ai microfoni di France Info -non voglio che ci siano per i respiratori le stesse difficoltà che abbiamo conosciuto con le mascherine". "Abbiamo bisogno di tutte le squadre, di tutto il personale, che si tratti di volontari o che si ricorra alla requisizione", ha aggiunto. "C'è bisogno - ha proseguito - di migliaia di persone in più necessarie per stare vicino ai pazienti”. - (PRIMAPRESS)