Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Come a Reggio Emilia un caso analogo a Parigi che risale agli anni '80: aperta un'inchiesta sugli affidi illeciti di bambini dello Sri-Lanka

Come a Reggio Emilia un caso analogo a Parigi che risale agli anni '80: aperta un'inchiesta sugli affidi illeciti di bambini dello Sri-Lanka
(PRIMAPRESS) - PARIGI - Lo scandalo dei bambini tolti illecitamente alle loro famiglie per essere affidati ad altri ha messo in evidenza la fragilità del sistema dei controlli in Italia ma ecco che si accendono i riflettori su un’altro scandalo che risale addirittura agli Ottanta e questa volta riguarda la Francia che per prima ha sollevato il coperchio di un “affaire” dalla portata internazionale.
Negli anni '80, da 11.000 a 14.000 bambini dello Sri Lanka furono adottati da famiglie bisognose di bambini, di cui 1.500 francesi. Tutto legale? Sembrerebbe di no perché , secondo alcune fonti, molti di quei bambini sono stati rubati o acquistati da madri vulnerabili.
A distanza di trenta anni, l'isola di Ceylon è sopraffatta dallo scandalo e dalla vergogna di quanto accaduto. Avvisati dalla trasmissione di notizie, i bambini hanno deciso di andare alla ricerca dei loro genitori biologici. Questo è il caso di Neil e Nour, un fratello e una sorella che decollano questa domenica per Colombo.
Mentre il caso prende una svolta internazionale, il ministro della sanità del paese ha infine riconosciuto l'esistenza di "fattorie per bambini" in cui i bambini venivano raggruppati prima di essere presentati alle famiglie adottive da "attrici madri".
Come è potuto accadere una simile frode? Il Ministero degli Affari Esteri francese ammette "pratiche illegali" e specifica che non esisteva un "quadro etico" per le adozioni internazionali prima del 1993. È a questa data che la Convenzione dell'Aia sulla protezione dei diritti umani i bambini, che sono entrati in vigore due anni dopo nello Sri Lanka, "hanno incorniciato queste adozioni per la prima volta". - (PRIMAPRESS)