Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La protesta dei giubbetti arancioni a Berlino contro la politica di Horst Seehofer

La protesta dei giubbetti arancioni a Berlino contro la politica di Horst Seehofer
(PRIMAPRESS) - BERLINO - La manifestazione arancione, con giubbetti di salvataggio indossati da un migliaio di persone scese in piazza a Berlino per manifestare la propria solidarietà verso i rifugiati che ogni giorno sbarcano sulle coste europee, si è svolta sotto il motto Seebrücke statt Seehofer (ponti sul mare al posto di Seehofer). Seehofer  è il ministro degli interni, leader del partito bavarese di destra Csu e soprattutto il più grande avversario della cancelliera Angela Merkel sul tema dell’immigrazione.Una manifestazione nata sul contrasto tra la maggioranza di governo ma anche per protestare alla chiusura dei porti in Europa. Tutto questo accade mentre si guarda al summit informale del prossimo 20 settembre a Salisburgo tra i capi di stato e di governo proprio per discutere sul tema migratorio. Intanto ha preso il via il semestre austriaco alla presidenza del Consiglio della UE ed il motto adottato è inequivocabile: “Un’Europa che protegge”. L'Austria si troverà a dover trovare un'applicazione alle linee guida sulle migrazioni emerse dal vertice europeo dei giorni scorsi, a gestire i difficili negoziati sulla riforma del regolamento di Dublino sull'asilo, ma anche il rafforzamento dei confini europei e dell'agenzia Frontex, per garantire una protezione efficace delle frontiere esterne dell'Unione, e il potenziamento dei rimpatri. 
Tutto questo mentre Angela Merkel deve scendere a compromessi con il conservatore Horst Seehofer, accantonando la politica di apertura verso i rifugiati che fino ad ora ha caratterizzato la Germania. - (PRIMAPRESS)