Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La Gran Bretagna si prepara ad ospitare a Glasgow la 26ma edizione della Conferenza sul Clima

La Gran Bretagna si prepara ad ospitare a Glasgow la 26ma edizione della Conferenza sul Clima
(PRIMAPRESS) - LONDRA - La Gran Bretagna si preparava ad ospitare domani il suo primo grande evento al di fuori dall’Unione Europea, dopo la Brexit, con il lancio di CoP26, la Conferenza delle Parti alla Convenzione delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico giunto alla sua 26ma edizione. L’appuntamento è allo Science Museum di South Kensington per il lancio della convention mondiale che si terrà a Glasgow, in Scozia dal 9 al 20 novembre 2020. 
Alla cerimonia di domani 4 febbraio, la presenza del premier Giuseppe Conte avrà un doppio ruolo perché l’Italia è stata chiamata ad affiancare il Regno Unito per ospitare gli eventi preparatori al summit internazionale tra cui la Cop Giovani ed alcuni focus sull’Africa.
L’asticella fissata, per l’edizione 2020 della conferenza sul clima, è destinata ad essere spostata notevolmente verso l’alto creando aspettative di risposte destinate ad incidere significativamente sulle politiche a contrasto del riscaldamento del pianeta, delle emissioni nocive e le deforestazioni specie dopo i grandi incendii in Australia e California che hanno fatto sparire in un colpo solo milioni di ettari di vegetazione.  
Nella cerimonia di lancio della 26 edizione inglese, sarà presente anche la rappresentante del Glasgow City Council, Susan Aitken: “Ospitare nella nostra città questo evento - ha dichiarato la rappresentante del City Council - è un riconoscimento agli sforzi che si stanno facendo in direzione della sostenibilità e delle emissioni zero. Sarà un onore incoraggiare i leader mondiali a realizzare obiettivi importanti”.  - (PRIMAPRESS)