Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Sono 7.340 i morti in Spagna che chiude tutte le fabbriche lasciando aperte solo quelle in telelavoro

Sono 7.340 i morti in Spagna che chiude tutte le fabbriche lasciando aperte solo quelle in telelavoro
(PRIMAPRESS) - MADRID - Ciò che si temeva è accaduto: la Spagna ha superato questa mattina la Cina per numero di casi positivi  con 85.195 contro gli 82.156 del paese asiatico da cui si era originata la diffusione dell’epidemia. Il paese diventa, così, il terzo paese con la maggiore diffusione del Covid-19 dopo Stati Unti e Italia. I morti nel paese iberico sono arrivati già a 7.340 mentre le persone guarite sono 16.780. La Spagna sta pagando tutti i ritardi con cui si è mosso l’esecutivo in cui si è verificata l’assenza di presidi di prevenzione anche per i sanitari impegnati nell’assistenza.
Il governo ordina di fermare quasi tutte le aziende. Resteranno attivi solo i settori essenziali e in quelli in cui può mantenere il telelavoro, perché vuole risparmiare tempo per evitare il collasso del sistema sanitario che potrebbe verificarsi se i contagi continuano ad aumentare al ritmo attuale . Il ministro delle finanze e portavoce, María Jesús Montero, ha spiegato che è necessario una sorta di “letargo”. Il difficile arriverà più tardi, perché nessuno è in grado di calcolare l'effetto che questa nuova pausa avrà sulle aziende. “Adotteremo misure affinché, quando tutto ciò accada, possiamo risorgere e ricostruire il nostro modello di produzione. Il settore delle imprese conosce la grande capacità di liquidità che abbiamo creato per loro, con un rischio dell'80% garantito dallo Stato ”, ha spiegato Montero. - (PRIMAPRESS)