Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Reggio Calabria: vìola le restrizioni per il coronavirus e si scopre il latitante Antonio Cordì

(PRIMAPRESS) - REGGIO CALABRIA -  Tradito dal coronavirus. Il latitante Cesare Antonio Cordì,esponente di spicco della 'ndrangheta di Locri, è stato arrestato a Bruzzano Zeffirio, in provincia di Reggio Calabria. Cordì, 42 anni, è stato individuato grazie alla violazione delle norme emergenziali in vigore per il contrasto alla diffusione del Coronavirus. Avviate le indagini per ricostruire la rete che di coloro che hanno favorito la sua latitanza. - (PRIMAPRESS)