Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Mattia Pivotto si aggiudica il Trofeo di Nuoto Città di Pineto 2015

  • di RED COM
  • in Abruzzo
Mattia Pivotto si aggiudica il Trofeo di Nuoto Città di Pineto 2015
(PRIMAPRESS) - PINETO - Come sempre non è mancata l'adrenalina per la traversata più particolare d'Abruzzo: il Trofeo di Nuoto Città di Pineto giunto ormai alla sua ottava edizione. Un mix tra sport, solidarietà ed amicizia per una gara non competitiva che ha avuto luogo oggi 4 luglio a partire dalle 7.30 di mattina nelle acque antistanti il Lido Donna Italia a Pineto(TE).

La manifestazione, organizzata dal gruppo Spatangus con il patrocinio del Comune di Pineto,  rappresenta ormai da anni un evento originale ed unico. Gli atleti sono impegnati in una traversata in acque libere per oltre 3 miglia-  dalla zona limitrofa alla piattaforma petrolifera “Fratello Cluster” fino alla terra ferma-  nuotando per un fine nobile. La gara è a scopo benefico ed ogni bracciata dei nuotatori rappresenta un contributo attivo per il sostegno a due associazioni:  “Abilbyte”- Associazione di Volontariato di Utilità Socio-informatica-  che utilizzerà il contributo per l’acquisto di ausili informatici per persone con difficoltà motorie o di comunicazione e Associazione Dimensione Volontario onlus, che ha come scopo lo svolgimento di attività nei settori di assistenza sanitaria, beneficenza, formazione, promozione della cultura e dell’arte, tutela dei diritti civili in favore delle persone diversamente abili.

La Swimming Race è cresciuta di anno in anno e in questa edizione il numero di atleti è stato portato a 100 proprio per andare incontro alla grande richiesta di partecipanti che arrivano a Pineto da tutta Italia e in alcuni casi dall’estero. Special guest di quest’anno è stato il pilota di moto Federico D’Annunzio attualmente impegnato a partecipare al Mondiale Superbike, categoria Superstock 1000 in sella alla sua moto BMW S1000 HP4.

Amante del nuoto e molto sensibile a tematiche sociali, Federico D’Annunzio ha raccolto il testimone dell’ospite d’onore della scorsa edizione, Roberta Pagliuca: una ragazza affetta da tetraparesi spastica,  che porta avanti un messaggio di uno sport che sia maggiormente “inclusivo” nei confronti di chi condivide con una disabilità e che vada oltre un cronometro e un ordine di arrivo. 
D'Annunzio ha aspettato sulla battigia l"arrivo della Pagliuca ed un abbraccio ha suggellato simbolicamente il passaggio di testimone.

Ogni anno è una nuova avventura ed una nuova sfida che siamo sempre ben felici di accogliere– ha spiegato Cristina De Tullio del Gruppo Spatangus  che ha continuato- in questa edizione abbiamo portato il numero dei partecipanti a 100 proprio per dare la possibilità a quanti ce lo hanno chiesto di prendere parte al Trofeo. Ringrazio a nome del Gruppo Spatangus l'Amministrazione Comunale per il supporto, così come la Capitaneria di Porto e tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile tutto ciò: dagli sponsor ai capitani delle barche che ci hanno portato a largo, allo special guest Federico D'Annunzio.  Il mio grazie più grande però va a tutti gli atleti che ogni anno rendono possibile la magia del Trofeo di Nuoto".

"È stato ancor più emozionante di quanto immaginassi  e sono stato onorato di raccogliere un testimone così importante" ha dichiarato Federico D’Annunzio.

"Per Pineto è un orgoglio poter ospitare un trofeo di nuoto di questo genere - ha dichiarato il sindaco di Pineto Robert Verrocchio - che oltre ad arricchire la nostra città con un evento sportivo capace di richiamare decine di persone da tutta Italia, mantiene un'importante attenzione anche a favore del sociale"

Come ogni anno, gli Spatangus non hanno lasciato nulla al caso e per chi è rimasto sotto l’ombrellone sono state organizzate molte attività:dal Crucilibro, una raccolta di 100 cruciverba di Airfranz (Francesco Airoldi), il cui ricavato è stato devoluto alle Associazioni, ai giochi in pineta con uno spazio dedicato ai più piccoli con giochi, laboratori manuali, animazione e molto, molto divertimento a cura di Summersmile. Un'attrazione che non è passata inosservata è stata la presenza del drone F550 guidato da Francesco Garretta che ha incuriosito molti turisti presenti.

Questo l’ordine di arrivo degli atleti: Mattia Pivotto, Andrea Del Barone, Dario Nitti, Alessandro Cianfrone, Alessandro Florindi, Alessandro Trevisi, Massimo Zuccolo, Antonio Terrenzio, Emil Rosati, Mirko D'Intino, Federico Di Domenico, Domenico Rotini, Simone Perilli, Luca Marcone, Luigi Midolo, Andrea Iannetti, Francesco Verna, Emmanuel Luciotti, Daniele Gaudini, Luca Listorti, Beatrice Caccia, Nicolas Colombo, Fabrizio Orsi, Ettore Romano, Fausto Antico, Paolo Maspero, Arnaldo Saquella, Maurizio Pirocchi, Giada Centone, Ivan Amoroso, Carlo Cecchini, Martina Alcini, Daniele Amelii, Rossella Delle Vedove, Gabrielino Pistilli, Luca Mura, Carlo Gasperini, Daniele Surricchio, Federico Pani, Paolo Di Giacinto, Giorgio Bruni, Eugenio Beretta, Giuseppe Romito, Gian Luca Manunza, Danilo Appignani, Manfredi Lai, Vittorio Lattanzio, Carlo Morandi, Angela Clerico, Stefano D'Anteo,Roberto Capriotti, Irene De Galitiis, Vincenzo Pompei, Luana Marcone, Luca Rossi, Maurizio Cavaliere, Ennio Crisante, Eleonora Nicolazzi, Elena Gallazzi, Giancarlo Mancini, Giuseppe Recchia, Giorgio Mottura, Sonia Luppi, Daniele Forapianti, Jessica Di Fabrizio, Cristian Di Censo, Paolo Lai, Carlo Piran, Matteo Mariani, Giuliano Montanari, Stefano Sarina, Nicolino Caidrelli, Vincenzo Gambone, Antonio Procaccini, Stefano Trentin, Luigi Ferretti, Paolo Cirillo, Vincenzo Misuraca, Cristiano Piersanti, Laura Baccarini, Christian Amoroso, Alessandra Fazzini, Massimo Salvi, Toni Patacca, Paola Patricelli, Christian Ridolfi, Graziano Wade, Roberta Pagliuca, Maurizio Corti, Gianluca Di Renzo, Lorenzo Livello (tempo non rilevato), Marco Treppiedi(tempo non rilevato).

- (PRIMAPRESS)