Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Draghi: “Un nuovo patto sociale per contrastare l’inflazione. Pronti per un provvedimento corposo”

Draghi: “Un nuovo patto sociale per contrastare l’inflazione. Pronti per un provvedimento corposo”
(PRIMAPRESS) - ROMA -  "Per contrastare l'inflazione serve un nuovo patto sociale". Così il premier Draghi in conferenza stampa.  "Occorrono interventi urgenti e strutturali", le misure anticipate oggi "aiutano lavoratori e pensionati, ma non innescano una spirale salari-prezzi". Per ora "non è necessario uno scostamento di bilancio" Il governo lavorerà per il salario minimo, aggiunge Draghi. "Tra 2 settimane il governo presenterà un provvedimento corposo, ma abbiamo già fatto molto per famiglie e imprese, abbiamo stanziato 33 mld,la cifra di uno-due finanziarie". Queste le dichiarazioni del premier che ha dovuto mediare tra le pressioni dei sindacati che oggi sono usciti insoddisfatti dall'incontro a Palazzo Chigi. "Di fatto non abbiamo ricevuto risposte. Attendere la finanziaria è troppo tardi" hanno detto i tre rappresentanti di Cgil, CISL e UIL con sfumature diverse ma eguale contenuto. Anche la questione del salario minimo è apparso come un tentativo di sedare le intemperanze di Conte e del M5S che ha minacciato di ritirarsi dall'aula al Senato per il Dl Aiuti. Se l'ipotesi fosse confermata sarebbe crisi, tanto da far dire a Draghi nella conferenza di questa sera "Il governo non può accettare ultimatum".  - (PRIMAPRESS)