Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Elezioni: il blob del Pd per battere le destre a “difesa della Costituzione”

Elezioni: il blob del Pd per battere le destre a “difesa della Costituzione”
(PRIMAPRESS) - ROMA - In pochi giorni dalla conferenza stampa, che segnava l'accordo nel Partito Democratico tra Letta e Calenda, per uno straccio di programma elettorale in vista delle elezioni del 25 settembre, le alleanze si sono dilatate in un blob difficile da comprendere se non per un unico scopo: battere la destra. Poco importa ora se ci sono visioni condivisi di programma. A quello ci si penserà dopo. E quindi l'accordo complesso vede prima i leader di Europa Verde e Sinistra italiana, poi Luigi Di Maio e Bruno Tabacci, di Impegno civico. L'esito è una alleanza elettorale, con il 20% dei collegi uninominali a disposizione del Pd assegnati a Ev-Si e con Impegno civico. Chiuso il quadro delle alleanze "rimbocchiamoci le maniche e andiamo in giro per il Paese a convincere gli italiani" tira le somme in serata il leader dem. L'intesa con Europa Verde e Sinistra Italiana è per difendere la Costituzione. Parole forti in Italia tanto da far chiedere se è perchè la Costituzione è in pericolo come in altri paesi dove i golpe hanno istituito governi militari. Ma la sensazione è che diventa difficile giustificare la diversità di anime e pensieri di queste alleanze che senza sfere di vetro mostrerà le sue fragilità in un mandato di governo.
"Siamo diversi ma sappiamo che le nostre divisioni alle elezioni potrebbero, con questa legge elettorale maggioritaria, dare alle destre il potere di stravolgere la Carta" ha detto Letta.
In una seconda conferenza stampa con Di Maio e Tabacci, Letta ha annunciato “l’accordo per andare insieme nella parte degli uninominali della legge elettorale”. "Abbiamo convenuto una relazione fra noi di 92 a 8 per cento. L'interesse di tutti noi e' il successo della lista di Impegno civico". Ora "si volta pagina. Si chiude un capitolo e da domani rimbocchiamoci le maniche". E Di Maio ha spiegato che “le coalizioni sono definite, sono chiare, da oggi si entra nel vivo", "siamo assolutamente convinti di questa alleanza e questa intesa sulla base dell'agenda Draghi". - (PRIMAPRESS)