Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1253
JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1049

Bergamo: nuova impennata di coronavirus nelle ultime 24 ore mentre i magistrati indagano sugli atti desecretati del Cts

Bergamo: nuova impennata di coronavirus nelle ultime 24 ore mentre i magistrati indagano sugli atti desecretati del Cts
(PRIMAPRESS) - BERGAMO - Mentre a Bergamo risalgono casi di positivi nelle ultime 24 ore, sul fronte della desecretazione degli atti dell’attività di risposta alla pandemia da coronavirus in Italia, emergono dati su cui ha aperto un’indagine la magistratura. Il Comitato tecnico scientifico, già il 3 marzo aveva chiesto al governo di istituire la zona rossa ad Alzano Lombardo e Nembro, due cittadine della provincia bergamasca. La richiesta emerge dagli dei verbali di quelle giornate chieste dal consigliere regionale della Lombardia, Niccolò Carretta, all’epoca dei fatti nelle liste del pdiessino Gori e poi passato di recente ad Azione di Calenda.
Due giorni dopo quell’indicazione del Cts nella Bergamasca arrivarono 250 tra poliziotti, carabinieri e finanzieri, pronti a 'sigillare' i 2 Comuni della Valseriana, forze però mai entrate in azione. Ed su questa vicenda che i magistrati vogliono vederci chiaro. Perché non fu istituita la zona rossa richiesta con le conseguenze di focolai rilevanti? - (PRIMAPRESS)