Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La 46ma edizione di Ravenna Jazz si apre con Paolo Fresu, Enrico Rava e Richard Galliano

La 46ma edizione di Ravenna Jazz si apre con Paolo Fresu, Enrico Rava e Richard Galliano
(PRIMAPRESS) - RAVENNA - Dal 3 al 12 maggio il jazz occupa gli spazi della città emiliana con il suo festival che si annuncia come una rassegna ricca di contrasti: estetici con la musica improvvisata chiamata a interagire con i suoni popolari e le musiche commerciali ma anche formali spaziando dai concerti in solo fino all’orchestra di 250 elementi. Il festival ravennate raggiunge la quarantaseiesima edizione, caratterizzata da una programmazione con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino. Al Teatro Alighieri saranno riservati gli artisti di ampia notorietà (Massimo Ranieri, Paolo Fresu con Richard Galliano e Jan Lundgren, i New York Voices) oltre alla colossale produzione “Pazzi di Jazz” Young Project (con ben 250 baby musicisti sopra i quali svetterà la tromba solista di Enrico Rava).
Sotto il logo “Ravenna 46° Jazz Club” si ascolteranno proposte musicali ricercate e dalla forte caratterizzazione estetica, spesso di raro ascolto in Italia, ospitate in club e in piccoli teatri tra città e dintorni: Marc Ribot, Mark Lettieri, Yaron Herman, Rebekka Bakken, Yilian Cañizares, Lisa Manara. Tutti i pomeriggi, inoltre, i concerti ‘Aperitifs’ offriranno un ascolto ‘dissetante’ in attesa dei live serali. Ai chitarristi è invece rivolto il workshop di “Mister Jazz” tenuto da Mark Lettieri.
Dalla musica da ascoltare a quella da guardare: il manifesto del festival prosegue la veste grafica inaugurata nel 2017, con l’immagine affidata di volta in volta a uno dei più affermati fotografi di jazz italiani. Dopo Roberto Masotti e Andrea Boccalini, è ora il turno di Roberto Cifarelli. - (PRIMAPRESS)