Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Francesca De Bonis in anteprima il video del nuovo singolo “Che Sarà Di Me”

Francesca De Bonis in anteprima il video del nuovo singolo “Che Sarà Di Me”
(PRIMAPRESS) - FrancescaDeBonis02ROMA - Francesca De bonis in anteprima il video del nuovo singolo “Che Sarà Di Me” uscito lo scorso 3 maggio. Un brano che rimanda al cantautorato italiano per poi aprirsi a sonorità british. Abbiamo chiesto a Francesca:
“Che sarà di me” è il tuo nuovo singolo. Sotto quali spinte è nato? «È nato in un momento in cui sentivo la necessità di evadere dal caos che ci portiamo dentro. Un vero bisogno di solitudine e di introspezione, cercarsi per cambiare, per migliorarsi. Una sera mentre camminavo tra le bellissime e magiche viuzze di Trastevere mi affacciai su ponte Sisto, dove proprio da lì mi misi a guardare la luna e le stelle e feci a loro una domanda.  FrancescaDeBonis03Questa canzone è nata così». Cosa hai voluto raccontare attraverso questo videoclip, diretto da Max Lo Buono? «Credo che non si finisca mai di raccontare quello che abbiamo dentro. Ho cercato di cogliere con semplicità dei momenti che fanno parte integrante della vita di ognuno. Tutto con una grande voglia di cercarsi e di essere in pace con se stessi, senza aver paura di superare l’ostacolo che si frappone tra noi e il nostro viaggio». C’è qualche artista del passato o del presente a cui ti ispiri? «L’ispirazione non è mossa solo dall'istinto ma nasce da una base culturale dedita allo studio. Devo dire che sono molto affascinata da grandi maestri come: Gaber, Lucio Dalla, Rino Gaetano, Fossati, Paolo Conte, Jannacci, Paul McCartney, John Lennon, Stevie Wonder, Robert Johnson, Lou Reed, Cohen, Amy Winehouse e Janis Joplin».  Progetti in corso? Un album? «Sì, attualmente sto lavorando alla realizzazione del mio disco insieme ad Ettore Diliberto (Et_team) che, oltre ad essere un grande artista, è una figura professionale che sta seguendo interamente il mio lavoro a cui stanno prendendo parte grandi artisti come Stef Burns (Vasco Rossi), Cesareo (Elio e le Storie Tese), Solieri (Vasco Rossi), Luca Colombo (Eros Ramazzotti, Nek, Biagio Antonacci, Rai, etc…) Matt Backer, come un fratello per me e lo stesso Ettore Diliberto (Elton John, Julian Lennon, Joe Cocker, ABC).
Il tour estivo prevederà concerti con Mogol (il 3 luglio ad Asti), Matt Backer, Cesareo, Maurizio Solieri, Luca Colombo, Giacomo Castellano, Giuseppe Scarpato (l’1 giugno a Toscolano Maderno, BS). Canterò con un totale di 30 artisti sul mio stesso palco. Lo spettacolo più eclatante si chiamerà “Drums & Guitars” e si svolgerà ad Asti in piazza Fabrizio De Andrè il 20 settembre. Con le Custodie Cautelari di Ettore Diliberto, insieme a dieci chitarristi (buona parte precedentemente citata) e sei batteristi incredibili, da Zanotti (attualmente con Ligabue) a Gualdi della PFM o Mayer degli EELST. E poi verso la fine dell’anno uscirà il nuovo singolo». - (PRIMAPRESS)